COMMANDO NEUROPATICO
Benvenuto, assettati e pigliati na cosa!!



 
IndiceIndice  RegistratiRegistrati  Accedi  COMMANDO     NEUROPATICO    -     SITO UFFICIALECOMMANDO NEUROPATICO - SITO UFFICIALE  COMUNE   DI   SAN   CATALDOCOMUNE DI SAN CATALDO  CALCIOLANDIACALCIOLANDIA  Sancataldese calcioSancataldese calcio  

Condividere | 
 

 La serie A ignora lutto per le vittime di Messina

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Totò22
MODERATOR
MODERATOR
avatar

Numero di messaggi : 4200
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

MessaggioTitolo: La serie A ignora lutto per le vittime di Messina   2009-10-05, 20:03

Il calcio italiano ignora le vittime di Messina, lutto solo a Palermo e Catania
Postato il 05 October 2009 alle 03:03 pm da: Direttore

I 35 mila spettatori dello stadio Barbera di Palermo si sono alzati in piedi ad applaudire prima della gara con la Juventus, ma la decisione della Federcalcio d’intesa con la Lega calcio di fare osservare un minuto di silenzio per le vittime dell’alluvione di Messina solo negli campi dove erano impegnate le squadre siciliane, ha scatenato una polemica. Netta è la reazione del governatore siciliano, Raffaele Lombardo, “come se le vittime di Giampilieri e Scaletta Zanclea non fossero italiani a pieno titolo”. Lombardo commenta con amarezza e sottolinea “come in questo Paese che si accinge a celebrare la solenne ricorrenza dei 150/mo anniversario della sua unità non sono certo i siciliani a pronunziare la ‘bestemmia separatista’ che ieri il presidente Napolitano ha ricordato”. Per il segretario siciliano dell’Udc, Saverio Romano, quella della Lega calcio “é una pagina vergognosa di questo organismo e indirettamente dello sport del calcio”. “I morti sono tutti uguali – ricorda – le persone hanno tutte la stessa dignità, anche il Sud del Paese è Italia. La Lega Calcio dovrebbe rappresentare tutto il calcio italiano. Oggi così non è stato e il dolore composto dei parenti delle vittime, non sottolineato in modo unanime dai vertici del primo sport nazionale sui campi di calcio, dovrebbe indurre gli stessi a scusarsi”. Il presidente Lombardo assicura che “faremo fino in fondo il nostro dovere, non ci dormiremo la notte, spenderemo sino all’ultimo euro disponibile, cercheremo di suscitare una consapevolezza nuova: che la natura va rispettata e che, se violata, se violentata, se aggredita, come in Sicilia è accaduto milioni di volte, prima o poi si vendica e reagisce”. “Verificheremo con assoluta intransigenza quanti studi, progetti o emergenze – incalza – sono stati commissionati e proclamati e però ignorati e lasciati ad ammuffire nei cassetti. Non si potranno tollerare o sanare abusivismi ed abusi. E lo faremo senza chiedere elemosine o mendicare risorse”. “Vedremo di farcela – prosegue – da soli e semmai avvalendoci della generosità spontanea e sincera dei siciliani e di quanti vorranno dare una mano”. “E, però – avverte – i ‘nostri implacabili censori’, che si sono scatenati sui giornali e nelle piazze invocando condanne preventive e pronunziando contumelie di ogni genere, abbiamo almeno il buon gusto di soprassedere e di ricordare che ben più di 24 uomini e donne hanno perso la vita, solo qualche ora fa”. “Non vorrei aumentare le polemiche sulla tragica alluvione di Messina, ma siamo certi che non siano già in vigore gabbie salariali dell’informazione ai danni di una città del Mezzogiorno?”. Lo afferma in una nota Carmelo Briguglio, vice presidente dei deputati del Pdl. “Noto un’insufficiente attenzione – aggiunge – soprattutto dell’informazione televisiva, della stessa Rai, dei programmi di grande audience. Speriamo che sia recuperata nelle prossime ore e che agli alluvionati della città dello Stretto sia dedicato almeno lo stesso spazio occupato da trasmissioni dedicate alle nuove tendenze del gossip politico o alle ultime passerelle di moda. Il divario Nord – Sud si colma anche così”.

Fonte: http://ennapress.it


Ultima modifica di Totò22 il 2009-10-05, 20:27, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Totò22
MODERATOR
MODERATOR
avatar

Numero di messaggi : 4200
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

MessaggioTitolo: Re: La serie A ignora lutto per le vittime di Messina   2009-10-05, 20:08

Alluvione di Messina: lutto solo siciliano



Ore 15: fischio d’inizio di una nuova giornata di campionato. Il Messina, che avrebbe dovuto affrontare al San Filippo il Milazzo, non scende in campo. Giustamente. La Lega Nazionale dilettanti aveva deciso il rinvio della partita a data da destinarsi. La Federcalcio ha autorizzato – come si legge nel comunicato – su proposta del Comitato Regionale Sicilia e della Lega Nazionale Dilettanti, l’osservanza di un minuto di silenzio prima di tutte le partite dilettantistiche e giovanili della regione in programma nel fine settimana.

Ore 15: fischio di inizio di una nuova giornata di campionato. Serie A. Si parte: nessun minuto di silenzio, nessun lutto al braccio. Solo ieri i giocatori di Catania, nell’anticipo con il Bari, hanno giocato con un nastro nero e lo stesso farà il Palermo questa sera contro la Juventus.

Le vittime di Messina non meritano il ricordo, un gesto, da parte delle altre regioni italiane? Dopo questa giornata sembra proprio di no.

Eppure qualche mese fa, come si può leggere in questa notizia, “il calcio vuole ricordare le vittime del sisma che ha colpito l’Abruzzo. Minuto di silenzio su tutti i campi del prossimo turno di Serie A, B e Primavera. Lo ha deciso la Lega Calcio Si ferma anche il basket”, le cose era andate diversamente.

La domanda sorge spontanea: Perché? Giusto farlo per i terremotati, altrettanto per gli alluvionati.
E perché, ancora, non è stata avviata nessuna iniziativa nazionale? Dopo tre giorni da una tragedia del genere avremmo sentito ovunque l’invito a inviare sms ai ben noti numeri 4844, 4242, 4888, e chi più ne ha più ne metta. Nulla di tutto questo. Lo Stretto, forse, divide la Sicilia dall’Italia più di quanto si posso pensare.

Fonte: http://messina.blogsicilia.it
Tornare in alto Andare in basso
Totò22
MODERATOR
MODERATOR
avatar

Numero di messaggi : 4200
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

MessaggioTitolo: Re: La serie A ignora lutto per le vittime di Messina   2009-10-05, 20:11

Vittime di Messina, negli stadi italiani “federalismo del lutto”. Minuto di silenzio siciliano. Abete si pente


Il presidente della Figc, Giancarlo Abete

Le vittime di Messina sono morti siciliani e non importa che il resto d’Italia li ricordi. Questo sembrava il diktat della Figc che nei giorni scorsi ha diramato una comunicazione per disporre un minuto di silenzio «sui campi che vedranno impegnate le squadre siciliane».

Infatti il segno di lutto doveva essere osservato in soli due stadi della Serie A: quello di Bari, sul quale era impegnato il Catania, e quello di Palermo, prima dell’incontro tra la squadra rosanero e la Juventus. Ma qualcuno ha aggirato la regola. L’arbitro Rocchi, designato a Bergamo per la partita tra Atalanta e Milan, se ne è infischiato delle disposizioni federali e ha deciso che la memoria di quei morti meritava di essere onorata.

Negli altri stadi d’Italia, invece, il calcio d’inizio è stato dato regolarmente, come se niente fosse successo. Oggi il presidente della Federcalcio, Giancarlo Abete, ha ammesso la propria responsabilità, parlando di «cattivo coordinamento tra la Federazione e le Leghe», che ha provocato «un effetto che era assolutamente contrario a quelle che erano le nostre volontà». Un dietrofront doveroso da parte del massimo dirigente federale.

D’altronde, il “federalismo del lutto” sembra riguardare solo il mondo del calcio: a Siena, prima della Supercoppa italiana di Basket tra i padroni di casa e la Virtus Bologna, il minuto di silenzio c’è stato. Forse, come l’arbitro Rocchi, si sono sbagliati anche loro.

Fonte: http://www.blitzquotidiano.it
Tornare in alto Andare in basso
Totò22
MODERATOR
MODERATOR
avatar

Numero di messaggi : 4200
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

MessaggioTitolo: Re: La serie A ignora lutto per le vittime di Messina   2009-10-05, 20:12

Tornare in alto Andare in basso
Totò22
MODERATOR
MODERATOR
avatar

Numero di messaggi : 4200
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

MessaggioTitolo: Re: La serie A ignora lutto per le vittime di Messina   2009-10-05, 20:15

Morti di serie A e morti di serie B
domenica 4 ottobre 2009

Morti di serie A e morti di serie B. Questa la distinzione che è venuta fuori dalla domenica calcistica: nessun minuto di silenzio. Le tragedie non si comparano ma gli atteggiamenti in relazione ad esse sì. Quando accadde il terremoto che scatenò morte e distruzione in Abruzzo, non ci fu stadio in cui non furono dedicati sessanta secondi alle vittime, con i giocatori abbracciati attorno al centrocampo, con gli spalti silenziosi e commossi.

Ma per i morti siciliani niente, almeno al di là dello stretto di Messina. La Federcalcio, infatti, ha autorizzato, su proposta del Comitato Regionale Sicilia e della Lega Nazionale Dilettanti, l’osservanza di un minuto di silenzio prima di tutte le partite dilettantistiche e giovanili della regione in programma nel fine settimana. Cioé, sì alla commemorazione a Palermo e non a Roma, sì al minuto di silenzio a Caltanissetta ma non a Cagliari.

Ma questa diversa attenzione nazionale per i “nostri” morti non è stata avvertita solo sui campi di calcio. Avete visto voi uno speciale sul fango messinese in televisione nella giornata di culmine della tragedia? Avete visto voi la Tim, Vodafone, Wind e Tre adoperarsi con un numero di telefono comune per gli sms di solidarietà? Ecc.

Fonte: http://www.livesicilia.it
Tornare in alto Andare in basso
Totò22
MODERATOR
MODERATOR
avatar

Numero di messaggi : 4200
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

MessaggioTitolo: Re: La serie A ignora lutto per le vittime di Messina   2009-10-05, 20:20

Catastrofe Messina: Lutto Nazionale? Indifferenza generale



Due pesi, due misure…Ci sono morti, si sono le tragedie, si sono dolori, sofferenze e famiglie distrutte ma il trattamento riservato è diverso se la protagonista è la nostra amata Sicilia: per il terremoto abruzzese i mezzi di comunicazione hanno creato un vero e proprio evento mediatico fatto di retroscena, anteprime, news ed esclusive culminando poi nella Manifestazione del G8 organizzata proprio in Abruzzo. Per la catastrofe messinese esigue parole per liquidare la vicenda in pochi minuti.

Logos ha deciso di aderire al lutto per la catastrofe di Messina divulgando gli estremi utili per poter aiutare i familiari delle vittime ed i tanti feriti ed annunciando altresì di organizzare nei prossimi giorni iniziative utili di partecipazione e di informazione sebbene, sulla base di fonti ufficiali, non sia previsto l’ invio di abbigliamenti da parte degli organi competenti.

Nessuna sottoscrizione nelle reti nazionali o raccolta tramite Partite di calcio di serie A e B regolarmente giocate, svolgimento regolare del palinsesto TV.Nessun programma speciale nelle tv nazionali sull’alluvione. Il ministro delle infrastrutture parla di costruire il ponte.
COS’È LA SICILIA PER IL NOSTRO GOVERNO? L’ISOLA CHE NON C’È!

E’ di 22 morti e 35 dispersi (e alcuni potrebbero non essere trovati più) il bilancio relativo alle 12 di oggi nell’area compresa tra la frazione di Messina di Giampilieri e Scaletta Zanclea dove, la sera dell’1 ottobre, un alluvione ha spazzato via ogni cosa. Si continua a scavare, iniziano ad arrivare gli aiuti ma montano le polemiche. Quanto accaduto non è stato colpa di un terremoto improvviso ma generato dalle cattive gestioni del passato.

CONTO CORRENTE PRO-AIUTI- Il conto corrente per aiutare le famiglie delle vittime di Messina. La Fondazione Bonino Pulejo e la “Gazzetta del Sud” lanciano una sottoscrizione tra i lettori per le famiglie delle vittime dell’alluvione di Messina. Conto Corrente n. 600021892 presso Unicredit Private Banking spa filiale 7585 Messina (intestato a FBP e alla GdS); codice Iban IT 25 F 03223 16500 000600021892. La Fondazione consegnerà un assegno di 5.000 euro a ciascuna delle famiglie che, a causa del nubifragio, hanno perso i propri cari.

Fonte: http://www.associazionelogos.org
Tornare in alto Andare in basso
Totò22
MODERATOR
MODERATOR
avatar

Numero di messaggi : 4200
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

MessaggioTitolo: Re: La serie A ignora lutto per le vittime di Messina   2009-10-05, 20:26

CALCIO: AZZURRI COL LUTTO AL BRACCIO E 1 MINUTO SILENZIO PER MESSINA

(ASCA) - Roma, 5 ott - Un minuto di silenzio - e Azzurri con il lutto al braccio - in memoria delle vittime del disastro di Messina sara' osservato prima di Irlanda - Italia di sabato prossimo a Dublino e di Italia - Cipro in programma mercoledi' 14 a Parma per le qualificazioni ai Campionati del Mondo.

Su richiesta della FIGC, la FIFA ha autorizzato gli arbitri delle due partite a riunire le squadre al centro del campo prima del fischio di inizio per una pausa di raccoglimento che ricordi la tragedia che ha colpito il nostro Paese.

Fonte: http://www.asca.it
Tornare in alto Andare in basso
Totò22
MODERATOR
MODERATOR
avatar

Numero di messaggi : 4200
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

MessaggioTitolo: MANDA UN SMS AL 48580 PER GLI ALLUVIONATI DI MESSINA   2009-10-09, 20:06

MANDA UN SMS AL 48580 PER GLI ALLUVIONATI DI MESSINA

Gli operatori di telefonia mobile Tim, Vodafone, Wind e 3 Italia, su richiesta del Sindaco, Giuseppe Buzzanca e dell’assessore alle politiche finanziarie, Orazio Miloro, d’intesa con il Dipartimento delle Comunicazioni del Ministero dello Sviluppo Economico, hanno attivato la numerazione solidale, per sostenere la partecipazione alla raccolta fondi, a favore della popolazione colpita dal tragico evento alluvionale dello scorso 1 ottobre. Con un semplice SMS inviato da telefono mobile al numero 48580 si potrà donare 1 euro, che sarà interamente devoluto, con destinazione vincolata, alla popolazione di Messina colpita dall’alluvione
Tornare in alto Andare in basso
Totò22
MODERATOR
MODERATOR
avatar

Numero di messaggi : 4200
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

MessaggioTitolo: Re: La serie A ignora lutto per le vittime di Messina   2009-10-10, 16:42

Alluvione Messina. Lutto nazionale per i morti “figli di un dio minore”



Palazzo Chigi porge un «doveroso omaggio» alle vittime dell’alluvione siciliana. Il lutto nazionale finalmente è arrivato, anche se in ritardo, anche per i morti di Messina e dintorni: venerdì prossimo è in programma la riunione del Consiglio dei Ministri. Proclameranno per sabato, giorno dei funerali, il ricordo di tutta Italia per una tragedia accaduta nel profondo sud.

Bandiere a mezz’asta sui palazzi pubblici, così verranno rievocati i morti «figli di un dio minore», come li aveva chiamati il sindaco di Messina, lamentando il trattamento di serie B da parte delle istituzioni nei confronti di una tragedia non solo siciliana, ma tutta italiana.

Berlusconi andrà a Messina, discuterà con il primo cittadino per fare il punto sugli sfollati e sulla loro sistemazione abitativa. Il premier farà il suo dovere, mostrerà la sua presenza, necessaria dopo la cura ossessiva dell’affaire Abruzzo. Quello sì che è più vicino ai palazzi del potere, a Roma, dentro lo stivale e non lontano come la Sicilia e le sue tonnellate di detriti trasportati dal nubifragio.

In queste settimane i giornali hanno titolato quasi sempre su Messina, ma in pochi conoscono la mappa seguita dalla furia delle acque che si sono riversate su paesi come Giampilieri, Briga, Molino e Scaletta: una fascia di almeno 3 chilometi e mezzo, travolta dalla terra riversata dalle colline che ha trascinato macchine, abitazioni, scuole. Una tragedia indiscutibilmente annunciata, oggi come ieri nubifragi e frane killer.

Prima del 2009 era già successo, stessa area, stesse dinamiche, stesse persone in pericolo: nel ‘96, nel 98′ e nel 2007. Nessuno ha fatto niente, i soccorsi oggi come allora hanno fatto fatica ad arrivare, i morti rigurgitati dal fango non si sono trovati per giorni, il bilancio definitivo delle vittime è stato lento ad arrivare, i dispersi sono stati a decine, cercati disperatamente a mani nude da tutti.

I responsabili dell’emergenza si sono rivelati meno efficienti, più disorganizzati, come se la Sicilia, con la sua provincia sfortunata colpita dal nubifragio facesse parte di un’Italia diversa. Niente campagne nazionali per raccogliere fondi, poca ufficialità nei salvataggi, nei pasti per gli sfollati. Messina, abbandonata come se fosse un surrogato di Italia, si stringe nel suo dolore ineluttabile per i morti che si sarebbero potuti salvare se qualcuno fosse intervenuto prima. Messina riprende il suo ruolo, almeno per un giorno, perché sabato il lutto sarà nazionale, oltre che cittadino e ritornerà a sentirsi una città italiana.

Fonte: http://www.blitzquotidiano.it
Tornare in alto Andare in basso
Totò22
MODERATOR
MODERATOR
avatar

Numero di messaggi : 4200
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

MessaggioTitolo: Re: La serie A ignora lutto per le vittime di Messina   2009-10-20, 15:47

14/10/2009
Messina: trovati 2 bimbi senza vita; salgono a 30 le vittime
di: Germano Milite



Dopo la tragedia che ha colpito Messina, il governo Italiano, aveva deciso che il lutto per la morte dei 28 cittadini sommersi e soffocati dal fango non era degno del titolo di "nazionale" (quei 28 sono morti per colpa dell'abusivismo edilizio; mica "difendendo" la patria in Afghanistan). Sui campi di calcio nessun drappo nero o minuto di silenzio. Le uniche squadre di calcio che si sono sentite in lutto, sono state quelli sicule. Indignazione e forte rabbia per questa declassificazione dei morti siciliani a "vittime regionali", hanno poi però spinto ad un'ipocrita proclamazione del lutto nazionale.
Oggi, dodici giorni dopo la tragedia, i vigili del fuoco individuano tra il fango e le macerie due corpi senza vita. Sono quelli dei fratellini Francesco e Lorenzo Lonia; di 6 e 2 anni. Anche la loro mamma, Maria Letizia, era stata travolta e uccisa dalla montagna di fango che aveva investito la frazione di Giampilieri. Il papà, unico supersistite, proprio l'altro ieri era riuscito a riconoscere i mobili della stanzetta dei suoi figli; circa 300 metri più a valle rispetto all'abitazione.
Uno dei due piccoli è stato addirittura ritrovato a 10 metri di profondità. Il bilancio delle vittime di questa sciagura che di naturale non ha nulla sale dunque a trenta e, intanto, le istituzioni fanno sapere che "sarà molto difficile" reperire i fondi di solidarietà Europea ed utilizzarli come è accaduto per la ricostruzione in Abruzzo. Case crollate, paesi devastati e vittime in entrambi i casi ma tipologie di solidarietà e di intervento molto differenti (ritorna l'odiosa classificazione di tragedie e vittime di serie A e serie B). I fondi; questi fondi che si trovano a miliardi quando si devono costruire centrali nucleri e "grandi opere" come il ponte sullo stretto ma che, come ogni volta ci si accorge, sono invece difficilissimi da reperire per quelle grandi opere che non sono semplici monumenti del nulla ma reali, sacrosante e doverose opere di umanità e giustizia.

Fonte: http://www.julienews.it
Tornare in alto Andare in basso
 
La serie A ignora lutto per le vittime di Messina
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» OUT PRIMA SERIE-NEVE VOLGOGRADO-video
» Vendo Outlander 1a serie 2.0 2WD con impianto gpl
» Nuova BMW Serie 1
» [CERCO - Verona] Fulvia coupè 2/3 serie
» Scarichi di serie USA

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
COMMANDO NEUROPATICO :: SANCATALDESE CALCIO :: STAGIONE 2009-2010 :: NEWS E COMUNICATI-
Andare verso: