COMMANDO NEUROPATICO
Benvenuto, assettati e pigliati na cosa!!



 
IndiceIndice  RegistratiRegistrati  Accedi  COMMANDO     NEUROPATICO    -     SITO UFFICIALECOMMANDO NEUROPATICO - SITO UFFICIALE  COMUNE   DI   SAN   CATALDOCOMUNE DI SAN CATALDO  CALCIOLANDIACALCIOLANDIA  Sancataldese calcioSancataldese calcio  
Ultimi argomenti
Argomenti simili
CANALE UFFICIALE - clicca e trasi!!
Statistiche

Condividere | 
 

 Enna calcio, Bonasera lascia la gestione a Spallino

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Totò22
MODERATOR
MODERATOR
avatar

Numero di messaggi : 4259
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

MessaggioTitolo: Enna calcio, Bonasera lascia la gestione a Spallino   2010-06-18, 14:59

Enna Calcio: Bonasera lascia al sindaco? I tifosi sperano in un atto d’amore vero

Deporre la squadra al nuovo sindaco, dichiarando apertamente la situazione debitoria della società e ufficializzando la propria uscita di scena, questa volta reale e non come quella che si è poi rivelata una messa in scena lo scorso novembre con il passaggio della presidenza fittizia mai ratificato al successore Salvatore Sauro, passata alla storia come il presidente di minor durata nella storia dell’Enna. I passaggi da dare dal presidente Luigi Bonasera, se davvero abbia a cuore la salvezza della società di Eccellenza, sono proprio quelli promessi durante la campagna elettorale al candidato ora sindaco di Enna, Paolo Garofalo. “Ringrazio Bonasera per avere rinnovato la disponibilità a lasciare la guida della società, mi farò carico di intervenire personalmente sulla questione, nella qualità di sindaco, per garantire all’Enna il campionato di Eccellenza – aveva detto Garofalo, che adesso potrà dare uno spiraglio di salvezza ai tifosi di fede gialloverde che non vogliono più avere nulla a che fare con Bonasera e i suoi stretti collaboratori Cannarozzo e Barbera, tutti fortemente contestati da tempo -. “I colori gialloverde non possono sparire dalle competizioni sportive calcistiche, per rispetto dei tifosi e di tutta la comunità ennese”.

Fonte: Giornale di Sicilia


Ultima modifica di Totò22 il 2010-09-07, 14:27, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Totò22
MODERATOR
MODERATOR
avatar

Numero di messaggi : 4259
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

MessaggioTitolo: Re: Enna calcio, Bonasera lascia la gestione a Spallino   2010-06-23, 15:18

Articolo Martedì 22 Giugno 2010 EN Sport

E' una settimana decisiva per il futuro dell'Enna Calcio

w.s.) Si è aperta una settimana forse decisiva per il futuro dell'Enna che entro mercoledì 30 è chiamata a risolvere tutti i suoi problemi, pena l'esclusione dal campionato d'Eccellenza che sarebbe un grave colpo per il calcio ennese. I presupposti affinchè si rischi tanto negli ultimi mesi sono stati creati dall'attuale società che non è stata minimamente in grado di risolvere i problemi societari che sono essenzialmente di natura economica. Pare che per questa mattina il presidente Luigi Bonasera sia stato convocato a Palermo negli uffici della Lega per chiarire la posizione dell'Enna che, vale la pena ricordarlo, deve ancora saldare il conto con l'allenatore Santino Nuccio che è stato sulla panchina ennese nella stagione 2008/09 al termine della quale ha sporto vertenza nei confronti di Bonasera perchè non ha rispettato il contratto stipulato. Questo è l'ostacolo più pericoloso per il futuro dell'Enna perchè senza aver sanato questo debito la Lega difficilmente potrà darà il proprio ok all'iscrizione dell'Enna che è già stata nell'occhio del ciclone durante l'ultima stagione ed accusata dalle altre società di Eccellenza di aver ricevuto trattamenti di favore. Due mesi non sono bastati sia a Bonasera che al suo consigliere Cannarozzo per trovare una soluzione ai problemi economici che questa società ha creato negli ultimi anni con gestioni sbagliate e scelte da dimenticare.

Fonte: http://www.lasicilia.it
Tornare in alto Andare in basso
Totò22
MODERATOR
MODERATOR
avatar

Numero di messaggi : 4259
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

MessaggioTitolo: Re: Enna calcio, Bonasera lascia la gestione a Spallino   2010-06-27, 22:59

Enna Calcio: Si aprono spiragli futuri, manifestazione pacifica dei tifosi

L’Enna Calcio resterà presente nel panorama calcistico siciliano, sarebbe “in fase molto avanzata una trattativa con una cordata di imprenditori locali e non e con una serie di aziende di rilievo anche interregionale che darebbero tranquillità finanziaria alla società e che dovrebbero concludersi nel giro di qualche settimana. Ma parlare di nomi per adesso è prematuro”. Esce fuori allo scoperto, finalmente in maniera ufficiale la società dell’Enna Calcio, guidata dal presidente Luigi Bonasera, che chiarisce pure in una nota ufficiale inviata direttamente alle redazioni regionali dei quotidiani come continui a espletare “il compito di legale rappresentate con compiti di normale amministrazione in attesa del nuovo direttivo. Non si capisce il continuo invito a mettersi da parte visto che questo è già avvenuto da mesi”. Detto così, però, sembrerebbe che Bonasera abbia da tempo lasciato ufficialmente tutta la documentazione ufficiale della società al sindaco, cosa che invece non ancora avvenuta, malgrado sia stata più volte detto verbalmente. Sempre secondo la nota della società, ma questo lo si è detto più volte che con una nuova dirigenza e una situazione finanziaria sana la piazza ennese sarebbe piuttosto ambita, “in questi giorni diversi atleti della passata stagione sia della formazione maggiore che del settore giovanile si sono detti ben disponibili a rivestire anche nella prossima stagione la maglia gialloverde”. Intanto questo pomeriggio si terrà un presidio dei tifosi davanti al cancello della gradinata dello stadio Gaeta in viale IV Novembre, in contemporanea – come per il quarto anno consecutivo – sarà montato dal Commando Ultrà Enna 1999 a Montesalvo uno striscione gigante dedicato alla patrona della città, la Madonna della Visitazione. Domani pomeriggio, invece, dovrebbe tenersi in città un vertice che potrebbe essere il futuro dell’Enna: si siederanno attorno al tavolo l’imprenditore catanese Gianfranco Vullo (già patron dell’Enna fino a nove anni fa), il tecnico Guido De Maria e alcuni tifosi storici per capire come prelevare la società dalle mani di Bonasera.

Fonte: Giornale di Sicilia
Tornare in alto Andare in basso
Totò22
MODERATOR
MODERATOR
avatar

Numero di messaggi : 4259
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

MessaggioTitolo: Re: Enna calcio, Bonasera lascia la gestione a Spallino   2010-06-28, 15:27

Sit-in pacifico dei tifosi per dire no alla gestione Bonasera dell’Enna Calcio

Enna. Un sit-in pacifico per dimostrare il loro affetto alla maglia gialloverde, ma anche per dire ancora una volta il loro no alla gestione Bonasera all’Enna Calcio. Ieri pomeriggio un gruppo di tifosi, per lo più appartenenti al Commando Ultrà 1999, si è ritrovato dinanzi lo stadio per un duplice motivo, “far sentire alla città il dissenso a questa società e per mettere come ogni anno lo striscione in onore della Patrona di Enna da noi realizzato”.
Il messaggio dei tifosi è eloquente specie nella seconda parte dello striscione, quello che che recitava “Via questa falsa dirigenza”; si tratta di una battaglia iniziata un anno fa dagli ultras che non hanno mai nascosto il loro no alla società di Bonasera: “Se oggi siamo qui è perchè amiamo l’Enna e non vogliamo assistere alla sua morte. Nell’ultima stagione ci sono state tante mortificazioni e adesso è il momento di dare una svolta che può esserci solo con l’addio di Bonasera” hanno spiegato i tifosi che sono rimasti in presidio fino a tarda sera sostenendo a chiare lettere che non accetteranno mai la presenza di Bonasera, Cannarozzo e Barbera nella società. La speranza degli ultras è quella che a breve arrivi qualche buona nuova che possa salvare l’Enna dalla scomparsa e tra loro c’è chi invoca l’arrivo in società di Vullo insieme a qualche imprenditore ennese.
E a proposito di trattative per cedere la società emergono nuovi particolari circa l’eventuale cambio al vertice. Nei giorni scorsi c’è stato un incontro tra il neo sindaco Paolo Garofalo ed il presidente Luigi Bonasera accompagnato da Nino Barbera, si è parlato della possibilità di cedere la società a degli imprenditori che ne hanno espresso l’intenzione. A tal proposito sembra raffreddarsi la trattativa con il nisseno Privitera, mentre si parla con insistenza di imprenditori ennesi e Vullo che raggiunto telefonicamente ha detto: “Da quindici giorni non sentono nessuno. Da parte mia potrebbe esserci l’interesse se supportato da imprenditori di Enna che possano darmi una mano, io – ammette Vullo – posso essere la ciliegina sulla torta”. Da parte di Vullo, che ha detto di non avere al momento in agenda una visita ad Enna, c’è dunque la disponibilità a prendere in mano le redini dell’Enna a patto che accanto a lui ci sia un supporto ennese.
Sempre secondo indiscrezioni, ma molto attendibili, sul tavolo del sindaco pare sia giunta la proposta di alcuni imprenditori ennesi che, per rilevare l’Enna, chiedono la gestione dello stadio, una proposta che pare abbia trovato la disponibilità del sindaco che ha giustamente chiesto di conoscere i programmi e le intenzioni sull’utilizzo del Gaeta. Se le voci fossero confermate il futuro dell’Enna potrebbe essere meno nero, ma attenzione perchè il tempo stringe ed entro il 30 giugno c’è da onorare il pagamento all’ex tecnico gialloverde Santino Nuccio. Nonostante il presidente Bonasera in un suo recente comunicato abbia omesso la scadenza quella del 30 giugno è una data molto importante perchè se non verranno pagati i quasi 14 mila euro a Nuccio la Lega difficilmente darà il via libera all’Enna per iscriversi in Eccellenza. Ecco perchè è facile immaginare che entro 48 ore potrebbero esserci sostanziali novità sul futuro dell’Enna.
William Savoca

Fonte: http://www.vivienna.it
Tornare in alto Andare in basso
Totò22
MODERATOR
MODERATOR
avatar

Numero di messaggi : 4259
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

MessaggioTitolo: Re: Enna calcio, Bonasera lascia la gestione a Spallino   2010-07-01, 20:53

Enna Calcio: Nuova cordata si allontana, conto alla rovescia per la sopravvivenza

“L’Enna non deve morire. Via questa falsa dirigenza”. E’ il contenuto di uno striscione montato sabato scorso dai tifosi ultrà all’ingresso dello stadio Gaeta di viale IV Novembre, nell’ambito di una manifestazione pacifica contro l’attuale dirigenza dell’Enna Calcio, guidata dal presidente Luigi Bonasera, che pare voglia rimanere ancora con un piede dentro e un piede fuori dalla società malgrado la grave situazione debitoria e la sfiducia dell’intera città. E’ l’emblema di una confusione sempre più “annebbiata” che si è creata attorno alla sopravvivenza della squadra, che ha conquistato la salvezza in Eccellenza attraverso i play out malgrado non siano stati pagati i rimborsi promessi ai giocatori per oltre sette mesi. La paura più forte della piazza è quella di perdere un patrimonio storico, la squadra della città. L’iscrizione al prossimo campionato di Eccellenza ha termine all’8 luglio, anche se in una nota della società ci si affida alla solita proroga concessa ogni anno dalla Federcalcio fino al 3 agosto. Insomma si cerca di prendere tempo in attesa di buone nuove. Quali? Pare che al neo sindaco Paolo Garofalo, in un incontro avuto con la triade a capo della società (il presidente Bonasera, il vice presidente Peppino Cannarozzo che da tempo ha ufficializzato la sua uscita di scena subito dopo aver risolto alcuni impegni di natura burocratica e consigliere Nino Barbera) la dirigenza dimissionaria da qualche mese avrebbe chiesto contributi e l’eventuale innesto di qualche dirigente. Un’indiscrezione che, se confermata, porterebbe molto lontano dalla paventata uscita di scena del gruppo Bonasera, che pur avendo tenuto da solo le redini del calcio locale negli ultimi nove anni, ha dimostrato nelle ultime due stagioni di non poter garantire la serenità economica all’attività societaria. Questa intenzione, inoltre, allontanerebbe nettamente la posizione del catanese Gianfranco Vullo e di qualche imprenditore locale pronto a tornare nel calcio riprendendo in mano l’Enna, che non avrebbe alcuna intenzione di convivere assieme a un solo componente della dirigenza uscente né tanto meno intenzione di risolvere tutti i problemi che sono stati creati. E così, di che se ne possa dire con comunicati stampa ufficiali di dubbio contenuto realistico, il futuro dell’Enna appare ad oggi piuttosto grigio. C’è ancora qualche giorno per sperare in una volata di salvezza, ma è chiaro che nessuno avallerebbe per l’ennesima volta un inizio di stagione pieno di speranza puntualmente deluse nel corso delle giornate, che finirebbero per protrarsi come sempre con l’indegno scontro fra squadra e società che ha finito per mortificare nelle ultime annate una piazza blasonata come quella gialloverde.

Fonte: http://ennapress.it
Tornare in alto Andare in basso
Totò22
MODERATOR
MODERATOR
avatar

Numero di messaggi : 4259
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

MessaggioTitolo: Re: Enna calcio, Bonasera lascia la gestione a Spallino   2010-07-05, 20:51

Aumentano i rischi di veder scomparire l’Enna Calcio

Aumentano i rischi di veder scomparire l’Enna Calcio complice una sempre più grave crisi economica aggravata dalla recente multa di sei mila euro comminata dalla Lega alla società responsabile per non aver onorato quanto dovuto all’ex tecnico Santino Nuccio che aveva fatto la vertenza e che adesso entro quindici giorni dovrà ricevere undici mila euro. E dire che negli ultimi giorni era venuta fuori la speranza di una cordata formata da Gianfranco Vullo e da imprenditori locali, trattativa che sembra essersi però arenata. Di andar via sembra non volerne sentire il presidente Luigi Bonasera che noncurante dello stato in cui versa la società negli ultimi giorni è andato alla ricerca di nuovi dirigenti dimenticando che ancora deve saldare i debiti sia con i giocatori che con il tecnico della prima squadra, Guido De Maria, e delle giovanili i quali hanno tutti presentato già vertenza agli organi competenti. In un incontro con Bonasera il sindaco Garofalo gli ha spiegato che la società dovrà vivere di fondi propri senza vedere il Comune come fonte di prelievo per portare a conclusione il campionato. Non si capisce, dunque, come Bonasera possa pensare di programmare un’altra stagione quando non è stato nelle possibilità di chiudere, economicamente, la scorsa senza dimenticare che le scadenze con la Lega per l’iscrizione sono imminenti e il feeling con la città è ormai spezzato con i tifosi che faranno di tutto per cacciare via Bonasera ed il resto dei dirigenti.

Fonte: http://www.vivienna.it
Tornare in alto Andare in basso
Totò22
MODERATOR
MODERATOR
avatar

Numero di messaggi : 4259
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

MessaggioTitolo: Re: Enna calcio, Bonasera lascia la gestione a Spallino   2010-07-22, 14:58

Articolo Mercoledì 21 Luglio 2010 EN Sport

Non convince i tifosi dell'Enna il «progetto con gli spagnoli»

Il giorno dopo la notizia sul programma che il presidente dell'Enna Calcio, Luigi Bonasera, andrà ad illustrare a breve, si è aperto un dibattito negli ambienti vicini ai tifosi curiosi di capire in cosa sfocerà questo progetto in mente alla società. C'è curiosità intorno alle persone chiamate a realizzarlo così come su quali vantaggi porterà alla causa gialloverde. Ulteriori indiscrezioni vengono fuori circa il coinvolgimento di specialisti sul campo medico che a quanto si apprende saranno chiamati a sviluppare una preparazione simile a quella vista tre anni fa quando sulla panchina dell'Enna sedeva Pino La Bianca; corsa, esercizi e dieta furono in quella occasione elementi essenziali che però durarono poco per volere, pare, del tecnico che preferì affidarsi ai suoi metodi che avevano fruttato tanto in termini di risultati all'Enna.
Curiosità ha destato anche l'assegnazione di incarichi in seno alla società visto che in alcuni casi si tratta di persone sconosciute come ad esempio quello che dovrebbe essere il direttore sportivo Mauricio Colombo o il coordinatore tecnico Jordì Auli; secondo alcune voci pare che potrebbero essere persone vicine a Tamburo che in questi giorni si trova in Spagna dove lavora per conto del Barcellona e pronti a mettere a disposizione dell'Enna la loro esperienza. Ma quello che si più si sono chiesti i tifosi è se questa nuova società porterà liquidità alle casse societarie, una domanda rivolta anche al presidente Luigi Bonasera pochi giorni fa e alla quale ha risposto che avrebbe chiarito tutto durante la conferenza stampa.
A raffreddare gli animi di tutti il nome del progetto, "I binari dell'Eccellenza" su cui già in due occasioni è deragliato il treno Enna Calcio, l'ultima delle quali pochi mesi addietro quando, regista il vice presidente Nino Barbera, portò la novità di Salvatore Sauro come presidente però senza portafoglio come lui stesso disse. Il principale ideatore del progetto "I binari dell'Eccellenza" è sempre stato Barbera, purtroppo però non è mai stato portato a compimento lasciando l'Enna in quella situazione di problemi economici che ancora oggi incombono sulla società.
Intanto, appresa la notizia sulle novità in arrivo il tecnico De Maria ed alcuni giocatori si sono detti curiosi di capire cosa ne sarà di loro e dei rimborsi.
William Savoca

Fonte: http://www.lasicilia.it
Tornare in alto Andare in basso
Totò22
MODERATOR
MODERATOR
avatar

Numero di messaggi : 4259
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

MessaggioTitolo: Re: Enna calcio, Bonasera lascia la gestione a Spallino   2010-07-25, 14:33

Enna Calcio: Il progetto parla spagnolo, sicura l’iscrizione in Eccellenza. L’allenatore è il trapanese Amoroso

L’Enna Calcio vettore di metodiche d’allenamento innovative inedite, proposte dal posturologo Piero Tamburo e dal suo socio, il ragusano Claudio Scribano, che permetterebbero collegamenti con i grandi club europei. La sopravvivenza della blasonata società a tinte gialloverdi passa da questo nuovo progetto, presentato ieri mattina nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta nello studio professionale Tremoglie-Vallone. Un nuovo piano economico-finanziario ambizioso, uno staff tecnico di grande livello e che parla pure in spagnolo, ma pure il grande limite degli impianti sportivi locali non idonei sono gli ingredienti caratterizzanti della nuova Enna. E così dopo l’ennesima estate di agonia, a un passo dal fallimento, la società con a capo il presidente Luigi Bonasera sembra avercela fatta in extremis a garantire la sopravvivenza. L’incontro è servito pure per accendere lumi circa le posizioni dei tanti personaggi che faranno parte del progetto. A fare gli onori di casa Mario Tremoglie, già presidente dell’Enna fino a nove anni fa. “Sono stato incaricato da Bonasera per fare un piano economico-finanziario a favore dell’Enna, è impensabile ormai pensare a una nuova squadra di calcio senza che questa venga sostenuta da un’attività imprenditoriale parallela. E invece, negli ultimi anni, l’Enna è stata in vita solo grazie ai sacrifici personali di Bonasera, che va ringraziato e ammirato e non criticato. Lui è e resterà il presidente dell’Enna – spiega Tremoglie, che poi sposta l’attenzione sui limiti del territorio -. Per poter garantire un futuro roseo alla società, il Comune deve fare la sua parte. Partiamo già dal grave svantaggio di non avere una sola struttura che possa far pensare a fare attività economica”. I mezzi per un progetto che possa avere una marcia in più a livelli professionisti li mette il posturologo ennese Piero Tamburo, ex consulente di Empoli e Catania, la scorsa stagione al Milan e appena rientrato dal Barcellona, dove ha trovato la disponibilità di due esperti, Jordì Condom Aulì e Mauri Colombo, per lavorare nell’Enna. “Mi sono vergognato dinnanzi a loro per la totale assenza di impianti idonei in città, propongo il mio progetto di miglioramento tecnico e benessere psico-fisico degli atleti che potrebbe dare slancio non solo al calcio locale, ma a tutte le discipline, anche con il coinvolgimento dell’università Kore – ha detto Tamburo -. Adesso voglio vedere se la città risponde, perché ad oggi c’è la possibilità che la squadra possa essere iscritta e non cominci la nuova stagione. Il sindaco si è detto disponibile per cercare fondi a favore della squadra”.

I DUE SPAGNOLI, JORDDI’ CONDOM AULII’ E MAURI COLOMBO, SONO OSSERVATORI DEL BARCELLONA
Due spagnoli impreziosiscono lo staff tecnico dell’Enna. Sono due pezzi da novanta, entrambi lavorano da tempo per conto del Barcellona. Si tratta di Jordì Comdom Aulì, ex calciatore professionista del Barcellona fino al 2004 e per sei anni allenatore nel settore giovanile del Barcellona, quattro dei quali pure coordinatore degli osservatori, e Mauri Colombo, anche lui osservatore della società catalana in Italia. Comdom Aulì sarà il direttore tecnico per lo sviluppo della metodica, Colombo sarà il direttore sportivo e terrà personalmente i rapporti con l’esterno. “La metodica d’allenamento inedita di Piero Tamburo è quella che mancava anche a una grande società come il Barcellona – ha spiegato Jordì Comdom Aulì, che parla ancora poco l’italiano -. E’ straordinario come l’atleta riesca a raggiungere il top della condizione psico-fisica, tecnica ed equilibrio. E’ chiaro che però, per adesso, il nostro lavoro a Enna può essere solo di consulenza, non essendoci impianti idonei per organizzare l’attività”. Mauri Colombo, rifacendosi ai successi della Spagna ai Mondiali di Sudafrica così come in altre discipline, spiega come “il lavoro parte dai settori giovanili. Come i giapponesi, si copia e si migliora ciò che è più forte – dice -. Noi lavoriamo in macrociclo e microciclo, cercando di ottenere il massimo del risultato sull’immediato e ottenendo i risultati a conclusione di un periodo di 6-7 anni, sperando che i nostri giovani abbiano potuto raggiungere la serie A”.

IL NUOVO ALLENATORE, ALBERTO AMOROSO: “IL PROGETTO DI PIERO TAMBURO MI PIACE”
Il nuovo allenatore dell’Enna è Alberto Amoroso. Nato a Trapani il 5 novembre 1970, ha giocato con decine di squadre siciliane fino alla serie C nel ruolo di centrale difensivo. Nella stagione 2005-2006 ha ricoperto nel Giarre (serie D) la doppia veste di allenatore-giocatore, l’anno seguente ha chiuso la carriera da calciatore con la maglia del Pozzallo. Due stagioni fa è retrocesso con il Caltagirone in Eccellenza, mentre la passata stagione ha allenatore i Giovanissimi dell’Usa Sport Caltagirone, giocando pure la semifinale del torneo Nereo Rocco al Gaeta. Amoroso ha trascorso due settimane a Barcellona assieme ai suoi due nuovi dirigenti di riferimento, Colombo e Comdom Aulì, riscontrando le metodiche d’allenamento che porterà a Enna. “Ho grande piacere a sposare il progetto di Piero Tamburo, è chiaro che ci vorrà pazienza e grande passione per ottenere i risultati – ha detto il neo allenatore gialloverde -. Della mia esperienza in Spagna sono rimasto colpito del modo diverso di vivere il calcio, soprattutto nel settore giovanile. L’organico? Ci sarà una grande componente giovanile una mentalità coraggiosa”.

Fonte: http://ennapress.it
Tornare in alto Andare in basso
Totò22
MODERATOR
MODERATOR
avatar

Numero di messaggi : 4259
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

MessaggioTitolo: Re: Enna calcio, Bonasera lascia la gestione a Spallino   2010-08-01, 22:39

Enna Calcio: Arriva il “nodo” Nuccio, l’allenatore “mi sento mortificato”

I nuovi soci che si stanno aggregando per formare una grande società hanno garantito sin dal loro arrivo l’iscrizione dell’Enna Calcio al prossimo campionato di Eccellenza. Ma per formalizzare ciò, bisognerà ottenere la liberatoria del tecnico Santino Nuccio, che avanza ancora gli stipendi concordati per contratto relativamente alla stagione 2008/2009. E così “tutti i nodi giungono al pettine”: ieri mattina il presidente Luigi Bonasera e Peppino Cannarozzo, che a quanto pare sarà confermato come direttore generale della prima squadra, sono giunti fino a Palermo per incontrare l’ex allenatore gialloverde. “Mi sono sentito mortificare, lo dico con molta sincerità. Sotto il profilo umano, mi sento una mosca bianca in un mondo cattivo – ha spiegato mister Santino Nuccio, raggiunto telefonicamente ieri pomeriggio -. Ho detto a Bonasera e Cannarozzo che sarebbe stato più giusto farsi sentire in questi ultimi quattordici mesi di silenzio, nei quali si sarebbe potuta trovare una soluzione ai problemi. E invece si sono presentati a due giorni dalla scadenza dei termini dell’iscrizione, per il solo interesse di ottenere la mia liberatori, con una proposta che non ho condiviso e che non sto qui a dire perché mi sento una persona corretta”. Senza quella liberatoria la società rischia di non potere formalizzare l’iscrizione al prossimo campionato di Eccellenza, che con la proroga concessa dalla Federcalcio Sicula potrà essere compiuta fino alle ore 18 di martedì 3 agosto. “Li ho salutati con molto dispiacere, sono un uomo di pace e non ho voglia di fare polemica, ma non si può volere far cadere la colpa di Santino Nuccio se l’Enna non può iscriversi al prossimo campionato – continua il tecnico palermitano -. Spero che i nuovi soci, assieme ai due, si mettano una mano sulla coscienza e facciamo in modo, come credo, che la squadra possa iscriversi. Io voglio bene all’Enna, ai suoi tifosi e ho sempre detto che tornerei correndo a lavorare se in condizioni umane in una piazza tanto bella e calorosa, ma per adesso ho solo la colpa di avanzare dei soldi per il lavoro quotidiano che ho già svolto con il massimo impegno e dignità per tutta la stagione”. Sulla vicenda risponde il presidente Luigi Bonasera, che si mostra piuttosto sereno. “E’ una situazione alla quale stiamo lavorando per cercare di porre rimedio, credo potremo chiuderla entro lunedì o martedì – ha spiegato Bonasera, che poi prende posizione circa le ultime notizie relative alla cariche dirigenziali che sarebbero state proposte a Cannarozzo e Martello -. Ad oggi posso garantire che l’Enna Calcio non ha cercato nessuno, per il semplice motivo che non ci sono ancora le condizioni e si sta lavorando per formare la società”. Qualche lume dovrebbe essere acceso nelle prossime ore. “C’è in vista una riunione, credo che l’inizio della preparazione atletica sarà fissata intorno al 5, 6 o 7 agosto – conclude Bonasera -. Sotto l’aspetto tecnico, invece, ribadisco che fino a quando non ci sarà pronunciamento dei nuovi soci, il responsabile tecnico resterà Piero Tamburo, che ha già presentato in conferenza stampa la sua guida tecnica”.

Fonte: http://ennapress.it
Tornare in alto Andare in basso
Totò22
MODERATOR
MODERATOR
avatar

Numero di messaggi : 4259
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

MessaggioTitolo: Re: Enna calcio, Bonasera lascia la gestione a Spallino   2010-08-01, 22:41

Enna: tifosi no a Cannarozzo Calcio

Enna. Gli ultimi giorni sono stati un’altalena d’umore per i tifosi dell’Enna che hanno assistito ad un continuo susseguirsi di voci e novità inerenti al futuro della società gialloverde. Prima l’avvio di un progetto con Piero Tamburo e poi l’ingresso di nuovi dirigenti hanno fatto la storia delle ultime due settimane con il continuo rincorrersi di novità e voci, le ultime delle quali riguardanti il direttore generale Peppino Cannarozzo e l’ex direttore sportivo Giovanni Martello. È soprattutto su di loro due che si sono incentrati i commenti degli sportivi e dei tifosi gialloverdi che, all’indomani della decisione di tenere in società Cannarozzo a discapito di Martello, hanno assunto quasi tutti una loro posizione in contrasto con questa decisione. I contrasti avuti tra i tifosi e Cannarozzo negli ultimi due anni non sono ancora stati digeriti dalla tifoseria che ancor prima di sapere quale fosse stata la decisione della società aveva espresso parere contrario sulla presenza di Cannarozzo anticipando la loro contestazione allo stadio che, stando agli ultimi commenti, si tramuterebbe nel non fare alcun abbonamento.
Ad animare gli entusiasmi dei tifosi era stata la possibilità di veder nuovamente vestire la maglia gialloverde a giocatori che nelle ultime stagioni hanno fatto la fortuna dell’Enna, giocatori legati a Martello da un rapporto che va al di là del calcio. Come hanno spiegato dalla nuova cordata che entrerà a far parte della nuova dirigenza Peppino Cannarozzo farà parte della società perché è stato lui a contattarli tramite la conoscenza con Privitera come tra l’altro ha detto lo stesso Cannarozzo nel dire che accetterà di buon grado l’incarico che gli verrà proposto.
Nel frattempo i prossimi nuovi dirigenti lavorano per definire l’organigramma societario che verrà ufficializzato lunedì prossimo nel corso di una riunione e poi reso noto alla città nei giorni a seguire.
William Savoca

Fonte: http://www.vivienna.it
Tornare in alto Andare in basso
Totò22
MODERATOR
MODERATOR
avatar

Numero di messaggi : 4259
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

MessaggioTitolo: Re: Enna calcio, Bonasera lascia la gestione a Spallino   2010-08-03, 16:23

Clamoroso Enna Calcio: Squadra pronta, arriveranno tre giocatori dal Barcellona

“La squadra è pronta, il 6 agosto partirà per la preparazione atletica agli ordini dell’allenatore Alberto Amoroso e del direttore tecnico Jordì Condom Aulì (ex calciatore professionista del Barcellona fino al 2004 e per sei anni allenatore nel settore giovanile della stessa società catalana, ndr)”. Lo ha detto il nuovo responsabile delle risorse umane Piero Tamburo, che mette ordine alle tante indiscrezioni che si sono succedute negli ultimi giorni circa uno spostamento nel settore giovanile del suo nuovo progetto tecnico, che ambisce a far divenire la società gialloverde satellite al Barcellona. “Arriveranno tre ragazzi spagnoli di 19 anni, provenienti proprio dal Barcellona, a dimostrazione che il progetto che ho proposto all’Enna è reale, malgrado molti siano ancora scettici – ha continuato Tamburo -. La squadra avrà tutte le possibilità per fare bene nel campionato di Eccellenza”. In queste ore, però, si dovrà risolvere l’impellente problema della liberatoria del tecnico Santino Nuccio, che darà il via libera alla dirigenza per formalizzare l’iscrizione al prossimo campionato in ambito federale. L’allenatore palermitano, che venerdì non ha accettato le condizioni di pagamento proposte dal presidente Luigi Bonasera e dal direttore generale Peppino Cannarozzo, intende ottenere subito le circa quattordici mila euro da lui avanzate da oltre quattordici mesi. Bonasera ha comunque garantito che “entro lunedì e martedì risolveremo la situazione”.

Fonte: http://ennapress.it
Tornare in alto Andare in basso
Totò22
MODERATOR
MODERATOR
avatar

Numero di messaggi : 4259
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

MessaggioTitolo: Re: Enna calcio, Bonasera lascia la gestione a Spallino   2010-09-07, 14:27

Clamoroso: Enna Calcio stretta finale, Bonasera lascia la gestione a Spallino

Sembra ormai questione di ore per l’ufficialità: Luigi Bonasera lascia la presidenza dell’Enna Calcio dopo dieci anni e lascia l’intera gestione per questa stagione ad Antonino Spallino, che con il suo arrivo nel capoluogo ha ridato credito alla piazza e scampato il rischio di fallimento. Pare si sia raggiunto questo accordo in una riunione fiume conclusasi fino a tarda notte, ma non è ancora chiaro che Bonasera possa rimanere in dirigenza con altri incarichi o a sua garanzia un altro dirigente ancora da nominare. A quanto pare nelle prossime ore sarà indetta una conferenza stampa ufficiale, nella quale le due cordate esporranno nei dettagli l’accordo.

Fonte: http://ennapress.it
Tornare in alto Andare in basso
 
Enna calcio, Bonasera lascia la gestione a Spallino
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Ma è tennis, calcio o cos'altro?
» Consiglio gestione racchette
» avviare un'attività: campi da tennis,tasse etc?
» POLISPORTIVA ANDRIENSIS - SCUOLA CALCIO
» 20 ago - tuttobari.com - Di Gennaro passa a Mediaset. Paparesta lascia, staffetta barese

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
COMMANDO NEUROPATICO :: SANCATALDESE CALCIO :: STAGIONE 2010-2011 :: NEWS ALTRE SQUADRE-
Andare verso: