COMMANDO NEUROPATICO
Benvenuto, assettati e pigliati na cosa!!



 
IndiceIndice  RegistratiRegistrati  Accedi  COMMANDO     NEUROPATICO    -     SITO UFFICIALECOMMANDO NEUROPATICO - SITO UFFICIALE  COMUNE   DI   SAN   CATALDOCOMUNE DI SAN CATALDO  CALCIOLANDIACALCIOLANDIA  Sancataldese calcioSancataldese calcio  
Ultimi argomenti
Argomenti simili
CANALE UFFICIALE - clicca e trasi!!
Statistiche

Condividere | 
 

 Regolamento della Coppa Italia dilettanti

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Totò22
MODERATOR
MODERATOR
avatar

Numero di messaggi : 4126
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

MessaggioTitolo: Regolamento della Coppa Italia dilettanti   2010-08-23, 13:01

STAGIONE SPORTIVA 2010/2011

Comunicato Ufficiale N° 22 del 19 agosto 2010


REGOLAMENTO DELLA COPPA ITALIA DILETTANTI

La Lega Nazionale Dilettanti indice per la stagione sportiva 2010/2011 la XLVIa Edizione della Coppa Italia Dilettanti riservata alle Società partecipanti ai seguenti Campionati:
• Campionato Nazionale Dilettanti
• Campionati di Eccellenza e Promozione

SVOLGIMENTO DELLA FASE REGIONALE

COPPA ITALIA - FASE REGIONALE

COPPA ITALIA ECCELLENZA – 2° MEMORIAL GIANFRANCO PROVENZANO
Alla Coppa Italia Regionale partecipano d’ufficio le 32 squadre partecipanti al Campionato di Eccellenza della stagione sportiva 2010/2011
La Società vincente la Coppa Italia Regionale acquisisce il diritto a partecipare alla fase nazionale.

Sedicesimi – Ottavi - Quarti di Finale – Semifinali

Accoppiamenti – Gare di andata e ritorno ad eliminazione diretta
Risulterà qualificata (o vincente) la squadra che nei due incontri avrà ottenuto il maggior numero di reti nel corso delle due gare.
Qualora risultasse parità nelle reti segnate, sarà dichiarata vincente la squadra che avrà segnato il maggior numero di reti in trasferta; verificandosi ulteriore parità, l'arbitro procederà a far eseguire i calci di rigore secondo le modalità previste dai vigenti regolamenti.

Gara di Finale
E' prevista una gara unica in campo neutro con eventuali tempi supplementari e calci di rigore.
Il Consiglio Regionale, nella seduta del 23 Giugno 2010, ha deliberato che la gara FINALE si disputera’ sul Campo Comunale di LICATA.



COPPA ITALIA PROMOZIONE - MEMORIAL DAY “ORAZIO SIINO”

Alla Coppa Italia Regionale Memorial “Orazio Siino” partecipano d’ufficio le 64 squadre partecipanti al Campionato di Promozione della stagione sportiva 2010/2011.
La squadra di Promozione vincitrice della Coppa Italia Regionale 2010/2011 acquisirà il titolo sportivo per richiedere l'ammissione al Campionato di Eccellenza della stagione sportiva 2011/2012.
Qualora tale squadra avesse acquisito per meriti sportivi il diritto alla partecipazione al predetto Campionato, il titolo sportivo per richiedere l’ammissione allo stesso, sarà riservato all'altra squadra finalista di Coppa Italia.
Il diritto all’ammissione al Campionato di Eccellenza non verrà riconosciuto qualora la Società interessata, al termine della predetta stagione sportiva venga retrocessa nel Campionato di categoria inferiore.


Trentaduesimi - Sedicesimi - Ottavi - Quarti - Semifinali

Gare di andata e ritorno ad eliminazione diretta
Risulterà qualificata (o vincente) la squadra che nei due incontri avrà ottenuto il maggior numero di reti nel corso delle due gare.
Qualora risultasse parità nelle reti segnate, sarà dichiarata vincente la squadra che avrà segnato il maggior numero di reti in trasferta; verificandosi ulteriore parità, l'arbitro procederà a far eseguire i calci di rigore secondo le modalità previste dai vigenti regolamenti.

Gara di Finale - Memorial Day “Orazio Siino”
E' prevista una gara unica in campo neutro con eventuali tempi supplementari e calci di rigore.
Il Consiglio Regionale nella seduta del 23 Giugno 2010 ha deliberato che la gara FINALE si disputerà sul Campo Comunale di AVOLA.


CAMPI E ORARI
Gli orari delle gare sono quelli ufficiali stabiliti all'inizio della stagione del Consiglio Direttivo della Lega, fatto salvo di particolari richieste da parte delle Società per disputare gare in notturna.


ARBITRI
Gli arbitri, vengono designati dal C.R.A.
Per tutte le gare verranno designati assistenti arbitri ufficiali con criteri di vicinorietà.


ART. 1 - PARTECIPAZIONE DEI CALCIATORI
Alle gare di Coppa Italia possono partecipare tutti i calciatori regolarmente tesserati per le rispettive Società senza alcuna limitazione di impiego in relazione all'età massima.

Il C.R. Sicilia ha stabilito che per tutte le gare di Coppa Italia Regionale vige l’obbligo di due calciatori nati dal 1991, uno nato dal 1992.

L'inosservanza della predetta norma comporterà, per le Società inadempienti, la sanzione della perdita della gara ai sensi dell'art. 17 del Codice di Giustizia Sportiva.

Per la fase organizzata direttamente dalla Lega Nazionale Dilettanti, che si svolge in ambito nazionale (Coppa Italia Eccellenza), in merito all’impiego di calciatori appartenenti a prestabilite fasce di età vige l’obbligo di cui al Regolamento pubblicato sul C.U. n. 1 del 5 Luglio 2010.



ART. 2 - SOSTITUZIONE DEI CALCIATORI
Nel corso delle gare di Coppa Italia Dilettanti è consentita la sostituzione di tre calciatori secondo quanto previsto dall'art. 74 delle N.O.I.F..


ART. 3 GIUSTIZIA SPORTIVA
Trattandosi di competizione a rapido svolgimento, le decisioni di carattere tecnico, adottate dal Giudice Sportivo Territoriale in relazione al risultato delle gare, sono inappellabili.
I soli provvedimenti disciplinari sono appellabili in secondo grado dinanzi la Commissione Disciplinare Territoriale.
Le tasse reclamo sono fissate in € 78,00 per i reclami proposti al Giudice Sportivo ed in € 130,00 per quelli inoltrati alla Commissione Disciplinare Territoriale.
I provvedimenti disciplinari adottati dagli Organi di Giustizia Sportiva competenti, relativi alle gare di Coppa, che comportino la sanzione della squalifica per una o più giornate nei confronti dei calciatori, devono essere scontati nella prima gara di coppa successiva.
La squalifica a tempo determinato, invece, dovrà essere scontata, per il periodo di incidenza, nell'ambito dell'attività ufficiale della Società con la quale risulta essere tesserato il calciatore.
I calciatori incorrono in una giornata di squalifica ogni due ammonizioni inflitte.


ART. 4 – RECLAMI

COMUNICATO UFFICIALE N. 52/A del 3 Agosto 2010

ABBREVIAZIONE DEI TERMINI PROCEDURALI DINANZI AGLI ORGANI DI GIUSTIZIA SPORTIVA PER LE GARE DELLE FASI REGIONALI DI COPPA ITALIA, DI COPPA REGIONE E COPPA PROVINCIA ORGANIZZATE DAI COMITATI REGIONALI DELLA LEGA NAZIONALE DILETTANTI
Il Presidente Federale
• Preso atto della richiesta della Lega Nazionale Dilettanti di abbreviazione dei termini relativi alle gare delle fasi regionali di Coppa Italia, di Coppa Regione e Coppa Provincia organizzate dai Comitati Regionali della L.N.D, relativi alla stagione sportiva 2010/2011, per i procedimenti dinanzi ai Giudici Sportivi territoriali ed alla Commissione Disciplinare territoriale;
• ritenuto che la necessità di dare rapidità temporale alle gare impone l’emanazione di un particolare provvedimento di abbreviazione dei termini connessi alla disputa delle singole gare di dette fasi;
• visto l’art. 33, comma 11, del Codice di Giustizia Sportiva;
d e l i b e r a
• che gli eventuali procedimenti d’ufficio o introdotti ai sensi dell’art. 29 commi 3, 5 e 7 del Codice di Giustizia Sportiva, i cui esiti possono avere incidenza sul risultato delle gare di cui in premessa, si svolgano con le seguenti modalità procedurali e nei termini abbreviati come segue:
• i rapporti ufficiali saranno esaminati dal Giudice Sportivo il giorno successivo alla disputa della giornata di gara;
• gli eventuali reclami, a norma dell’art. 29 comma 4 lett. b), comma 6 lett. b) e comma 8 lett. b),del Codice di Giustizia Sportiva dovranno essere proposti e pervenire, in uno con le relative motivazioni, entro le ore 12.00 del giorno successivo a quello di effettuazione della gara, le eventuali controdeduzioni dovranno pervenire entro le ore 12.00 del giorno successivo al ricevimento dei motivi di reclamo;
• il Comunicato Ufficiale sarà pubblicato immediatamente dopo la decisione del Giudice Sportivo;
• gli eventuali reclami alla Commissione Disciplinare territoriale presso il Comitato Regionale, avverso le decisioni del Giudice Sportivo territoriale, dovranno pervenire a mezzo telefax (091-6808496) o altro mezzo idoneo o essere depositati presso la sede del Comitato Regionale entro le ore 12.00 del giorno successivo alla pubblicazione del Comunicato Ufficiale recante i provvedimenti del Giudice Sportivo territoriale con contestuale invio – sempre nel predetto termine – di copia alla controparte, oltre al versamento della relativa tassa. L’attestazione dell’invio alla eventuale controparte deve essere allegata al reclamo.


L’eventuale controparte – ove lo ritenga – potrà far pervenire a mezzo telefax o altro mezzo idoneo, le proprie deduzioni presso la sede dello stesso Comitato Regionale entro le ore 12.00 del giorno successivo alla data di ricezione del reclamo.
La Commissione Disciplinare territoriale esaminerà il reclamo e deciderà nella stessa giornata della discussione, con pubblicazione del relativo Comunicato Ufficiale che sarà trasmesso alle due Società interessate mediante trasmissione via telefax o altro mezzo idoneo. In ogni caso la decisione si intende conosciuta dalla data di pubblicazione del Comunicato Ufficiale (Art. 22, comma 11, C.G.S.);
Tutte le altre norme modali e procedurali non vengono modificate dall’emanazione del presente provvedimento.


ART. 5 - RINUNCIA A GARE
Nel caso in cui una Società rinunci, per qualsiasi motivo, alla disputa o alla prosecuzione di una gara, verranno applicate nei suoi confronti le sanzioni di cui all’art. 53 N.O.I.F. (gara persa per 0 - 3).
Inoltre la stessa Società verrà esclusa dal proseguimento della manifestazione e a suo carico saranno altresì applicate adeguate sanzioni pecuniarie.
Verranno, inoltre, escluse dal prosieguo del torneo le Società che utilizzano calciatori in posizione irregolare o che, comunque, si rendano responsabili di fatti in riferimento ai quali viene applicato nei loro confronti l’art. 17 del C.G.S.

Art. 6 - APPLICAZIONE REGOLAMENTI FEDERALI
Per quanto non previsto dal presente Regolamento si fa espresso richiamo agli articoli delle Norme Organizzative Interne della F.I.G.C., del Codice di Giustizia Sportiva e dal Regolamento della L.N.D.-

Fonte: http://www.lnd.it


Tornare in alto Andare in basso
 
Regolamento della Coppa Italia dilettanti
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» [Coppa Italia Dilettanti] Fidelis Andria - Trani: 2-0
» Come funziona la coppa italia?
» Tornei FIT 2011 (veterani e non) in Emilia
» coppa a squadre D4 fit
» [Coppa Italia] Juve Stabia - Andria 2-0

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
COMMANDO NEUROPATICO :: SANCATALDESE CALCIO :: STAGIONE 2010-2011 :: COPPA ITALIA-
Andare verso: