COMMANDO NEUROPATICO
Benvenuto, assettati e pigliati na cosa!!



 
IndiceIndice  RegistratiRegistrati  Accedi  COMMANDO     NEUROPATICO    -     SITO UFFICIALECOMMANDO NEUROPATICO - SITO UFFICIALE  COMUNE   DI   SAN   CATALDOCOMUNE DI SAN CATALDO  CALCIOLANDIACALCIOLANDIA  Sancataldese calcioSancataldese calcio  
Ultimi argomenti
Argomenti simili
CANALE UFFICIALE - clicca e trasi!!
Statistiche

Condividere | 
 

 Kamarat e Casteldaccia a rischio retrocessione diretta

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
zioclezio
PICCIOTTO
PICCIOTTO
avatar

Numero di messaggi : 296
Età : 25
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 24.02.09

MessaggioTitolo: Kamarat e Casteldaccia a rischio retrocessione diretta   2011-04-12, 22:09

Ho preferito aprire un nuovo argomento poichè non ha niente a che spartire con Parmonval-Sancataldese.

Eccellenza: c’è una denuncia del Villabate che chiede la retrocessione di Kamarat e Casteldaccia

“Colpo di scena all’ultima gara di Campionato di Eccellenza Regionale. Il Villabate, malgrado il suo piazzamento all’ultimo posto in classifica, ha buone possibilità di potere disputare i play out, per evitare la retrocessione diretta. Secondo il regolamento del Codice di Giustizia di comportamento (art. 1: doveri ed obblighi generali) i dirigenti, gli atleti, i tecnici, gli Ufficiali di Gara ed ogni altro soggetto che svolge attività di carattere agonistico, tecnico, organizzativo, decisionale o comunque rilevante per l’ordinamento Federale, sono tenuti all’osservanza delle norme e degli atti Federali e devono comportarsi secondo i principi di lealtà, correttezza, e probità, in ogni rapporto comunque riferibile all’Attività sportiva.
1 – (C.G.S: Art. 7 Illecito sportivo e obbligo di denunzia):
1. Il compimento, con qualsiasi mezzo, di atti diretti ad alterare lo svolgimento o il risultato di una gara o di una competizione ovvero ad assicurare a chiunque un vantaggio in classifica costituisce illecito sportivo.
- 2. Le società e i soggetti di cui all’art. 1, commi 1 e 5, che commettono direttamente o che consentono che altri compiano, a loro nome o nel loro interesse, i fatti di cui al comma 1 ne sono responsabili.
- 3. Se viene accertata la responsabilità diretta della società ai sensi dell’art. 4, il fatto è punito, a seconda della sua gravità, con le sanzioni di cui alle lettere h), i), l) dell’art. 18, comma 1, salva l’applicazione di una maggiore sanzione in caso di insufficiente afflittività.
- 4. Se viene accertata la responsabilità oggettiva o presunta della società ai sensi dell’art. 4, comma 5, il fatto è punito, a seconda della sua gravità, con le sanzioni di cui alle lettere g), h), i), l), m) dell’art. 18, comma 1. C.G.S: Art. 18 (Sanzioni a carico delle societa) 1. Le società che si rendono responsabili della violazione dello Statuto, delle norme federali e di ogni altra disposizione loro applicabile sono punibili con una o più delle seguenti sanzioni, commisurate alla natura e alla gravità dei fatti commessi: g) penalizzazione di uno o più punti in classifica; la penalizzazione sul punteggio, che si appalesi inefficace nella stagione sportiva in corso, può essere fatta scontare, in tutto o in parte, nella stagione sportiva seguente; h) retrocessione all’ultimo posto in classifica del campionato di competenza o di qualsiasi altra competizione agonistica obbligatoria; in base al principio della afflittività della sanzione, la retrocessione all’ultimo posto comporta sempre il passaggio alla categoria inferiore; i) esclusione dal campionato di competenza o da qualsiasi altra competizione agonistica obbligatoria, con assegnazione da parte del Consiglio federale ad uno dei campionati di categoria inferiore; l) non assegnazione o revoca dell’assegnazione del titolo di campione d’Italia o di vincente del campionato, del girone di competenza o di competizione ufficiale; m) non ammissione o esclusione dalla partecipazione a determinate manifestazioni; n) divieto di tesseramento di calciatori fino a un massimo di due periodi di trasferimento.
A questo punto: Casteldaccia e Kamarat, potrebbero essere retrocesse d’Ufficio in Promozione, mentre: Akragas, S.Agata, Gattopardo e Villabate andrebbero a disputare i play out salvezza. Adesso – conclude la nota del Villabate calcio – si attendono con ansia le decisioni della Federazione, perché è vergogna quello che è successo in questo campionato. Solo il Città di Villabate ha onorato il Campionato di Eccellenza. Adesso inizia l’attesa”

fonte: http://www.agrigentoflash.it (la notizia è comunque riportata in numerosi altri siti)
Tornare in alto Andare in basso
zioclezio
PICCIOTTO
PICCIOTTO
avatar

Numero di messaggi : 296
Età : 25
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 24.02.09

MessaggioTitolo: Re: Kamarat e Casteldaccia a rischio retrocessione diretta   2011-04-12, 22:13

Riassunto della puntata precedente per chi non avesse capito...


KAMARAT - CASTELDACCIA (sosp.)

KAMARAT: Nicola Maggio, Canzoneri, Portella, Fragapane, Vito Lupo, Panepinto e Li Castri. Allenatore Renato Maggio

CASTELDACCIA: Marziani, Marotta, Russo, La Rosa, Calderone, Adami e Rosoni. Dirigente accompagnatore Angela Benforte.

Arbitro: Barone di Marsala, Collaboratori Dalia e Arnone di Trapani.

Note:
le due squadre si sono presentate in sette giocatori per parte. La gara è stata sospesa dopo 20 secondi dall'inizio della partita per infortunio a Cosimo Panepinto del Kamarat.

Cammarata. Non ci era mai capitato di assistere ad una gara solo per 20 secondi e poi ascoltare sobito il triplice fischio dell'arbitro.
E' successo così proprio in Kamarat - Casteldaccia dove prima della gara i giocatori ospiti erano solo in sette. Poi abbiamo visto l'entrata in campo e l'inizio di gara e notato che anche quelli del Kamarat erano pure in sette. L'arbitro Barone ha fischiato l'inizio, non più di tre passaggi per i locali e vediamo accasciarsi a terra Cosimo Panepinto. L'ex giocatore del Trapani viene soccorso ma poi un compagno lo prende in braccio e lo trasporta ai bordi del campo dopo l'intervento del massaggiatore. il direttore di gara non tentenna e fischia subito la fine della gara.
Il Kamarat, quindi, con la sconfitta che arriverà a tavolino, affronterà proprio il Casteldaccia allo stadio dei Salaci sabato 30 aprile. Quelli del Casteldaccia in quel momento sono rimasti a guardare in quanto, probabilmente, per non incontrare i ragazzi di Renato Maggio avrebbero, forse, preferito perdere per incontrare l'Akragas, una formazione che forse, in questi ultimi tempi, reputano
più abbordabile.
Nell'altro incontro degli spareggi salvezza, quindi, l'Akragas affronterà all'Esseneto il Sant'Agata che ha perso a Palermo contro la Parmonval. Al termine bocche cucite per due società che, se questa è la realtà, avranno problemi di formazione anche nello spareggio salvezza.
L'unico a dire qualcosa è stato il presidente del Kamarat Francesco La Magra: «Abbiamo avuto grossi problemi societari - ci ha detto il massimo dirigente del Kamarat - ed è successo quello che avete tutti visto e, siccome i panni sporchi si lavano in casa, martedì prossimo 20 aprile ci sarà un vertice dirigenziale dopo di che tireremo le somme e stabiliremo il da farsi».

Gerlando Micalizio


fonte: www.lasicilia.it
Tornare in alto Andare in basso
zioclezio
PICCIOTTO
PICCIOTTO
avatar

Numero di messaggi : 296
Età : 25
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 24.02.09

MessaggioTitolo: Re: Kamarat e Casteldaccia a rischio retrocessione diretta   2011-04-12, 22:43

ECCELLENZA, RICORSI E COLPI DI SCENA!
Il Villabate chiede la retrocessione di Kamarat e Casteldaccia per comportamento antisportivo

Troppe gare "strane" nelle utlime domeniche dle campionato di Eccellenza e, oggi, c'è stato il colpo di scena finale. Il Villabate ha infatti chiesto ufficialmente alla Lega Sicula di "retrocedere a tavolino" in Promozione Kamarat e Casteldaccia. La vicenda riguarda lo "strano" andamento della partita di Cammarata. Tutte e due le squadre si sono presentate in campo con sette giocatori contati e la partita è durata solo pochi secondi dato che poco dopo l'inizio della partita un atleta locale è uscito per infortunio. In molti sostengono che si sia trattato di un "piano macchiavellico" deciso dalle due società che volevano perdere la gara per "opzionare" la scelta dell'avversario da affontare nei play out. I dirigenti del Villabate ora non hanno dubbi. "Questo è comportamento antisportivo e l'articolo 1 non lascia dubbi: la due squadre vanno retrocesse". E ci sono polemiche rigaurdo la gara tra Villabate e Akragas. La squadra di casa, retrocessa da tempo, vince la sua seconda gara dell'anno ma poi si scopre che in campo c'erano due atleti juniores squalificati.

fonte: www.sancataldesecalcio.it
Tornare in alto Andare in basso
zioclezio
PICCIOTTO
PICCIOTTO
avatar

Numero di messaggi : 296
Età : 25
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 24.02.09

MessaggioTitolo: Re: Kamarat e Casteldaccia a rischio retrocessione diretta   2011-04-12, 22:45

CASO "KAMARAT", STASERA MORGANA A CALCIO CLUB
Il presidente della Lega Sicula ospite della trasmissione di Tfn

Il presidente della Leg Sicula, sandro Morgana, questa sera sarà ospite della trasmissione id Tfn, "Calcio club". E ovviamente primo argomento in discussione sarà il caso "Kamarat Casteldaccia" ma anche tante altre anomalie di questa ultima stagione così come, a Morgana, verranno chierste notizie riguardo la prossima stagione: utilizzo juniores, ricomposizione dei campionati, play off e play out.


fonte: www.sancataldesecalcio.it
Tornare in alto Andare in basso
zioclezio
PICCIOTTO
PICCIOTTO
avatar

Numero di messaggi : 296
Età : 25
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 24.02.09

MessaggioTitolo: Re: Kamarat e Casteldaccia a rischio retrocessione diretta   2011-04-13, 23:08

Kamarat – Casteldaccia: La Magra fa chiarezza su quanto accaduto

CAMMARATA – Domenica da guinnes dei primati nel campionato d’eccellenza girone A. Accade tutto allo stadio dei “Salaci” dove il Kamarat e il Città di Casteldaccia si affrontano per soli 20’’ dal fischio iniziale. Tutto è scaturito dal fatto che le due compagini sono scese in campo con soli sette giocatori a testa, e dopo l’infortunio di Cosimo Panepinto, il direttore di gara ha emesso il triplice fischio consegnando l’intera posta in palio ai palermitani (0-3 a tavolino). L’interesse per quello che accaduto, riguarda gran parte delle squadre impegnate nella lotta alla salvezza tra cui l’Akragas che – come si legge negli articoli – si sente defraudata per quello che è successo a Cammarata, anche se qualsiasi risultato uscito del match disputato al “Salaci” non avrebbe influito sugli abbinamenti dei play out visto i risultati degli altri campi.
Dopo l’ultima giornata di campionato gli Akragantini disputeranno i play out incontrando i messinesi del Sant’Agata, che è considerata un’ottima formazione.
A fare chiarezza ci pensa il presidente del Kamarat, Francesco La Magra, che ammette la regolare condotta della squadra biancazzurra “Per quanto riguarda la durata del match non era prevedibile un infortunio. E’ capitato dopo venti secondi e non c’è stato nulla da fare. Spero- continua il presidente – che il giocatore infortunatosi, possa riprendersi nel breve tempo possibile in modo da averlo in rosa nello spareggio del 30 aprile con il Città di Casteldaccia che vale un’intera stagione”.
Anche il tecnico Renato Maggio esprime tutta la sua fermezza sull’accaduto “Il regolamento non ci vieta di giocare in sette. La squadra, prima della gara, era al completo ma poco prima del via, alcuni giocatori hanno deciso di non scendere in campo”.
Intanto la società del Città di Villabate, che ha militato nel campionato di Eccellenza retrocedendo di categoria, ha allertato la Lega Sicula, protestando sui fatti di domenica sui campi di gioco. La società giallorossa ha preannunciato una denuncia per illecito sportivo chiedendo di essere inserita nello spareggio play out.
Nel frattempo la società biancazzurra, attraverso un comunicato stampa, ha fatto sapere che ha incaricato i propri legali di valutare la possibilità di agire per vie legali, per le dichiarazioni fatte dal direttore generale dell’Akragas Giovanni Martello e dal vicepresidente Maurizio Capraro, rispettivamente su Teleacras e Radio In.
Adesso il Kamarat e il Città di Casteldaccia si rincontreranno giorno 30 Aprile alle ore 16.00 allo stadio dei “Salaci” per lo spareggio play out salvezza. Mentre l’Akragas, tra le mura amiche, ospita il Sant’Agata; salvo ulteriori sviluppi.
Giuseppe Varsalona

fonte: www.magaze.it
Tornare in alto Andare in basso
zioclezio
PICCIOTTO
PICCIOTTO
avatar

Numero di messaggi : 296
Età : 25
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 24.02.09

MessaggioTitolo: Re: Kamarat e Casteldaccia a rischio retrocessione diretta   2011-04-14, 21:45

Kamarat – Città di Casteldaccia: il Villabate smentisce

CAMMARATA - In relazione alle notizie emesse dal alcuni siti dell’agrigentino, in merito alla retrocessione diretta del Kamarat e il ripescaggio del Città di Villabate ai play out, il presidente della squadra palermitana Mariano Giannone, attraverso il proprio sito internet, ha smentito tutte le voci in circolazione dopo le vicende riguardanti la gara tra Kamarat – Città di Casteldaccia.
Di seguito l’intervista a Mariano Giannone tratta dal sito ufficiale del Città di Villabate:

“Tengo a precisare” – dice il massimo esponente giallorosso – “che da parte mia non è stato inviato nessun reclamo alla lega. Sono fiducioso sulle decisioni che adotterà sul caso”. Giannone – in definitiva – è indignato su quanto emesso dagli organi informativi.

Giuseppe Varsalona

fonte: www.magaze.it
Tornare in alto Andare in basso
zioclezio
PICCIOTTO
PICCIOTTO
avatar

Numero di messaggi : 296
Età : 25
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 24.02.09

MessaggioTitolo: Re: Kamarat e Casteldaccia a rischio retrocessione diretta   2011-04-17, 12:15

Mangiapane: “Capitolo chiuso”

CAMMARATA - La Federcalcio sicula, ha omologato – come ci si poteva attendere – il risultato di 0-3 a tavolino in favore del Città di Casteldaccia dopo la gara durata solo 20’’ contro il Kamarat.
A fare chiarezza su tutto, come da sempre, ci pensa il direttore sportivo Vincenzo Mangiapane: “Per noi è un capitolo chiuso. La lega ha omologato il risultato a tavolino 0-3 per il Casteldaccia, e quindi guardiamo avanti con ottimismo per il proseguo. Da adesso in poi la concentrazione verrà rivolta alla gara dei play out che vale un’intera stagione”.

La concentrazione – come è giusto che sia - è rivolta solo ed esclusivamente alla partita dei play out per non retrocedere nuovamente contro il Città di Casteldaccia in programma il 30 Aprile alle ore 16.00, presso lo stadio comunale dei “Salaci”. I biancazzurri sono chiamati alla grande impresa per salvare l’eccellenza. Il tecnico biancazzurro Renato Maggio sta già caricando i suoi in vista del delicato impegno; durante la settimana, ha provato alcuni schemi tattici più ideali alla causa. Inoltre, mister Maggio, avrà una rosa al completo, affidandosi all’esperienza dei “senatori” cammaratesi. Avranno, invece, tutto il tempo di recuperare gli acciaccati Panepinto, Lupo e Bonito.

Giuseppe Varsalona

pare ca finì sto teatrino...
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Kamarat e Casteldaccia a rischio retrocessione diretta   

Tornare in alto Andare in basso
 
Kamarat e Casteldaccia a rischio retrocessione diretta
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Livescore - Risultati e statistiche in diretta
» Filtro Aspirazione diretta BMC CDA in carbonio
» Ponti sul PO " a rischio"
» Programma sul detailing su SKY History Channel...
» Tennis, streaming

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
COMMANDO NEUROPATICO :: SANCATALDESE CALCIO :: STAGIONE 2010-2011 :: CAMPIONATO-
Andare verso: