COMMANDO NEUROPATICO
Benvenuto, assettati e pigliati na cosa!!



 
IndiceIndice  RegistratiRegistrati  Accedi  COMMANDO     NEUROPATICO    -     SITO UFFICIALECOMMANDO NEUROPATICO - SITO UFFICIALE  COMUNE   DI   SAN   CATALDOCOMUNE DI SAN CATALDO  CALCIOLANDIACALCIOLANDIA  Sancataldese calcioSancataldese calcio  
Ultimi argomenti
Argomenti simili
CANALE UFFICIALE - clicca e trasi!!
Statistiche

Condividere | 
 

 L'Akragas vince, presidente dedica la vittoria al boss

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
il biondo
PICCIOTTO
PICCIOTTO


Numero di messaggi : 421
Località : san cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

MessaggioTitolo: L'Akragas vince, presidente dedica la vittoria al boss   2009-09-28, 14:32

L'Akragas vince, presidente dedica la vittoria al boss

La squadra di Agrigento milita nel campionato di eccellenza siciliana: dopo la vittoria in campionato Gioacchino Sferrazza ricorda l'amico Nicola Ribisi, rampollo di una famiglia mafiosa, arrestato dieci giorni fa

di FABIO RUSSELLO

AGRIGENTO - Il presidente dell'Akragas vuole dedicare la vittoria della sua squadra (gioca in Eccellenza siciliana) ad un boss mafioso appena arrestato e alle rimostranze dei giornalisti impone il silenzio stampa a tutta la squadra. Lui è Gioacchino Sferrazza, 45 anni, titolare di una catena di negozi che vende giocattoli e articoli natalizi, che è finito nell'occhio del ciclone dopo la sua dedica "all'amico fraterno Nicola Ribisi". Il problema è che Nicola Ribisi, 29 anni, è il rampollo di una famiglia di lunga tradizione mafiosa (un suo zio è stato coinvolto nell'omicidio del giudice Livatino) e pochi giorni fa è stato arrestato per associazione mafiosa perché secondo la Direzione distrettuale antimafia di Palermo voleva ricostituire, con l'imprimatur di Bernardo Provenzano (vi sono diversi pizzini che spiegano le fasi), la famiglia mafiosa di Palma di Montechiaro.

"Ho dedicato la vittoria all' amico Nicola, non al boss mafioso - ha replicato questa mattina il presidente dell'Akragas in una intervistaa al Tg5 - io non entro nel merito se sia colpevole o innocente: fino a quando non ci si sarà una condanna Nicola per me resta un amico che fino a dieci giorni fa era con noi sempre allo stadio". Gioacchini Sferrazza ha infine ricordato il "legame con la squadra dell'amico Nicola" sottolineando che la dedica "mi è stata chiesta da tutta la società, giocatori e tecnici".

Le reazioni in città sono naturalmente indignate. Il procuratore della Repubblica di Agrigento, Renato Di Natale, ha spiegato che attende la relazione della Polizia per "valutare se aprire o meno un fascicolo". Il questore di Agrigento, Girolamo Di Fazio - è stata la Squadra mobile di Agrigento ad avere arrestato pochi giorni fa Nicola Ribisi - non ha invece nascosto la sua indignazione: "E' un caso gravissimo. Ci dispiace anche perché è un messaggio che giunge da un mondo come quello dello sport seguitissimo dai giovani e che tende a dare valore a chi invece valore non ha".

Interviene anche il senatore del Pd, Salvatore Lumia: "Le dichiarazioni pubbliche di solidarietà a persone indagate e arrestate per reati di stampo mafioso sono gravissime. Le affermazioni del presidente dell'Akragas producono effetti devastanti sui tanti giovani che seguono con passione lo sport. Così si fa passare un messaggio culturale ed educativo sbagliato e negativo".

Il consigliere comunale ambientalista Giuseppe Arnone ha chiesto al Comune e alla Provincia di annullare qualunque tipo di rapporto di sponsorizzazione con la società fino a quando a presiederla ci sarà Gioacchino Sferrazza.
Fonte: www.repubblica.it/

CHE AMAREZZA.....
Tornare in alto Andare in basso
il biondo
PICCIOTTO
PICCIOTTO


Numero di messaggi : 421
Località : san cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

MessaggioTitolo: potrebbe esserei il primo daspo inflitto ad una presidente   2009-09-29, 08:32

Caso Akragas, il questore revoca la licenza per lo stadio

28 set 2009
L’Akragas non potra’ giocare piu’ le partite del torneo di Eccellenza in casa: il questore di Agrigento, Girolamo Di Fazio, ha ritirato per problemi di ordine pubblico la ‘licenza’ di polizia che era stata concessa al presidente della societa’ di calcio, Gioacchino Sferrazza, per potere svolgere ‘manifestazioni di pubblico spettacolo’ come sono le gare sportive.
‘Le licenze di polizia – ha spiegato il questore Di Fazio – sono rilasciate ‘ad personam’ e la storia personale del presidente dell’Akragas e’ cambiata dopo le sue dichiarazioni e quindi l’ho revocata’.

La societta’ dovra’ ora nominare un altro responsabile. Non e’ escluso che al presidente venga anche applicato il Daspo e cioe’ il divieto di assistere alle manifestazioni sportive per motivi di ordine pubblico. La decisione del questore e’ giunta dopo le dichiarazioni dello stesso Sferrazza che ieri ha dedicato la vittoria dell’Akragas al presunto boss mafioso Nicola Ribisi arrestato la scorsa settimana per associazione mafiosa.

Fonte: http://www.agrigentoweb.it
Tornare in alto Andare in basso
vintidu22
PICCIOTTO
PICCIOTTO


Numero di messaggi : 33
Età : 25
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 10.01.09

MessaggioTitolo: DASPO di 5 anni per il presidente dell' akragas   2009-09-29, 13:15

DASPO a Sferrazza. Per cinque anni stadio vietato


Il Questore di Agrigento avrebbe imposto a Gioacchino Sferrazza, presidente dell’Akragas, il divieto di accedere alle manifestazioni sportive (DASPO) per cinque anni.

Il provvedimento sarà notificato nelle prossime ore al presidente della squadra agrigentina.
Fonte: http://www.agrigentoweb.it

ADESSO SI STA VERAMENTE ESAGERANDO
Tornare in alto Andare in basso
Totò22
MODERATOR
MODERATOR
avatar

Numero di messaggi : 4200
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

MessaggioTitolo: Re: L'Akragas vince, presidente dedica la vittoria al boss   2009-09-29, 14:41

Caso Akragas, la SEAP recede dal contratto di sponsorizzazione
29 set 2009
Da anni ormai la SEAP Srl dei F.lli Vella, nota società impegnata nel settore dello smaltimento dei rifiuti, lega inscindibilmente il nome della propria azienda – in termini di rapporti di sponsorizzazione – allo sviluppo ed alla crescita di diverse ed emergenti realtà sportive della città e della provincia tutta.
In tale ottica, era in itinere la formalizzazione di un rapporto di sponsorizzazione con la A.S.D. Akragas Calcio.
Ebbene, alla luce dei recenti avvenimenti, sfociati in un drastico provvedimento assunto dal Questore di Agrigento, la società SEAP intende fermamente manifestare il proprio dissenso alle iniziative assunte dal Presidente dell’Akragas Calcio. In attesa di eventuali risvolti e capovolgimenti, “ribadendo l’ormai notoria disponibilità ad associare il proprio nome alle realtà sane dello sport agrigentino” la società dichiara l’intenzione allo stato recedere dal formalizzando rapporto di sponsorizzazione.

Fonte: http://www.agrigentoweb.it


Caso Akragas, intervento della Confcommercio
29 set 2009
Inopportune e per alcuni versi sconcertanti: così in una nota della Confcommercio Agrigento si commentano le dichiarazioni del Presidente dell’Akragas, Gioacchino Sferrazza.
Legalità, rispetto delle regole, denuncia ribadisce la nota, sono alla base della possibilità di scrollarsi di dosso il giogo della criminalità organizzata.
“Sarebbe opportuno e più serio che la prossima vittoria dell’Akragas venisse ufficialmente festeggiata e dedicata al giudice Rosario Livatino, concittadino del presidente dell’Akragas; sicuramente una scelta più nobile” conclude la nota.

Fonte: http://www.agrigentoweb.it
Tornare in alto Andare in basso
Totò22
MODERATOR
MODERATOR
avatar

Numero di messaggi : 4200
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

MessaggioTitolo: Re: L'Akragas vince, presidente dedica la vittoria al boss   2009-09-29, 15:26

Articolo Martedì 29 Settembre 2009 Fatti Sicilia



Fonte: http://giornale.lasicilia.it/
Tornare in alto Andare in basso
Foddri Libero
MODERATOR
MODERATOR
avatar

Numero di messaggi : 1357
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 28.12.07

MessaggioTitolo: Previsione.....   2009-09-29, 18:24

Succedera' che Sferrazza si dimettera' da presidente.....e tutto tornera' come prima, mi dispiace per gli sportivi agrigentini, che alla fine saranno quelli piu' penalizzati.
Tornare in alto Andare in basso
Totò22
MODERATOR
MODERATOR
avatar

Numero di messaggi : 4200
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

MessaggioTitolo: Re: L'Akragas vince, presidente dedica la vittoria al boss   2009-09-29, 21:00

MAFIA: PRESIDENTE AKRAGAS CALCIO SI SCUSA E SI DIMETTE

(AGI) - Agrigento, 29 set. - "Chiedo scusa non volevo inneggiare alla mafia". Gioacchino Sferrazza, il presidente dell'Akragas calcio che domenica scorsa aveva dedicato la vittoria al presunto boss mafioso di Palma di Montechiaro Nicola Ribisi ha fatto marcia indietro anche se ha ribadito la sua "amicizia con Nicola". Sferrazza ha anche spiegato che, se il Daspo che gli ha notificato il questore di Agrigento stamattina non verra' revocato, sara' costretto a passare la mano: "Onorero' i miei impegni fino all'8 ottobre ma poi chi si e' scandalizzato per le mie parole dovra' farsi avanti", ha affermato. Sferrazza ha convocato una conferenza stampa allo stadio ma, dopo che il Comune ha negato il permesso, spostata in un centro sportivo alla periferia della citta', dove ha spiegato che "la dedica era stata promessa ai due figli piccoli di Nicola Ribisi", che e' "un mio amico". Ma, in caso di condanna per mafia, ha detto Sferrazza, sono pronto a togliergli il saluto". Il presidente ha aggiunto di volere "incontrare il prefetto ed il questore per spiegare loro il senso di quelle parole".

Fonte: http://www.agi.it
Tornare in alto Andare in basso
il biondo
PICCIOTTO
PICCIOTTO


Numero di messaggi : 421
Località : san cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

MessaggioTitolo: mahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh   2009-09-30, 08:15

Eroi di carta. Stampata.
Scritto da Lelio Castaldo Filo di nota, Primo Piano
29 set 2009 | 22:16 | letto 989 volte | Stampa Non ti pestiamo perchè abbiamo avuto ordini di non farlo adesso. Pezzo di m….., non parli? Non hai la lingua per parlare? Adesso prendila tu l’Akragas con la cordata di tuoi amici… Sei un bastardo”
Ecco il quadro lampante e desolante che è emerso alla fine della conferenza stampa indetta oggi pomeriggio dal presidente pro tempore dell’Akragas Gioacchino Sferrazza, per fare chiarezza sulle sue recenti dichiarazioni che hanno scatenato un vero e proprio putiferio.
Ad essere preso di mira è stato il collega Gerlando Cardinale, “reo” di aver fatto il proprio dovere. Reo di aver diramato al mondo intero le dichiarazioni dello Sferrazza, oggetto di una serie infinita di accuse contro una città (è stata questa l’immagine data all’esterno) e che le stesse dichiarzioni hanno, di fatto e in un sol colpo, ucciso un pezzo del già precario sport agrigentino.
Della conferenza stampa indetta da Sferrazza si prende atto che nelle prossime ore si dimetterà dalla carica e spera che la società venga sostenuta e sostituita da persone che possano portare avanti l’ambizioso progetto iniziale. Rendiamo merito a Sferrazza con questa decisione, anche perchè altro non poteva fare.
Torniamo a Cardinale. Le pesantissime minacce ricevute subito dopo la fine della conferenza stampa (insultato fino a quando è andato via con il proprio automezzo) sono davvero sconcertanti e sono destinate ad aprire nuovi scenari su tutta questa vicenda.
Dell’inquietante episodio sono già a conoscenza l’Ordine dei Giornalisti e la segreteria regionale dell’Assostampa. Domani, invece, di buon mattino, il collega Cardinale si recherà alla Digos per denunciare lo squallido e sconcertante episodio.
Un episodio, questo, che vede essere in “prima linea” e oggetto di pesanti minacce il solo Cardinale; si, perchè come dicevamo qualche rigo prima ha avuto la “colpa” di svolgere alla perfezione il proprio mestiere. La stessa cosa, purtroppo, non hanno fatto gli altri cronisti presenti che, per una sorta “coraggiosa” del quieto vivere hanno preferito mettere la coda in mezzo alle gambe e far finta di nulla.
Il paradosso vuole che era stato lo stesso Sferrazza a pregare prima e minacciare poi (stavolta bonariamente…) i cronisti presenti alla conferenza di domenica. La preghiera era quella di pubblicare le dichiarazioni contenenti la tristemente famosa dedica; la minaccia, invece, era rivolta ai cronisti che avrebbero fatto come gli struzzi: non pubblicare la dedica, avrebbe costituito il silenzio stampa assoluto di tutti i giocatori contro quei giornalisti.
Dunque, grazie a quei “colleghi” davvero straordinari, oggi a pagare il prezzo è il solo Cardinale. Ma non è così.
E’ chiaro che il riferimento è ai “cronisti” della carta stampata che il giorno dopo hanno fatto finta di nulla; per non parlare di ciò che abbiamo assistito durante i contenitori televisivi locali delle trasmissioni sportive.
I codardi, ovviamente, (tutti, carta stampata e televisiva) hanno ripreso la notizia solo il giorno dopo e cioè quando il Di Sicilia, giornale per il quale lavora Cardinale, aveva rotto gli indugi (o meglio, quel muro di ometà…). Poi, in un solo colpo, tutti hanno trovato il coraggio di trascrivere il fattaccio, con la piena consapevolezza di poter rispondere eventualmente al presidente Sferrazza:”non siamo stati noi i primi…”
Cardinale è stato lasciato da solo e privo di ogni forma elementare di difesa. Non occorreva certamente una lupara per potersi difendere; bastava soltanto, lo ripetiamo, svolgere correttamente il proprio mestiere e tutto, oggi pomeriggio, avrebbe preso una piega diversa. Un conto è minacciare un solo collega ed una sola testata e un conto è minacciare sette “giornalisti” rappresentanti altrettante testate.
Questa volta l’unione non ha fatto la forza. L’unione l’hanno fatta solo i coraggiosi, i quali hanno preferito il volemose bene e chi cavolo me lo fa fare… lasciando in perfetta solitudine chi adesso sta attraversando non certo un momento tranquillo.
Gerlando Cardinale ha tutta la solidarietà di questo giornale on line che avrà istante per istante al proprio fianco.
Non sappiamo se anche noi da questo momento dovremo pagare lo stesso prezzo del collega Cardinale.
Una cosa è certa: che i coraggiosi del mondo mediatico stasera andranno a letto con la testa serena… E sempre con il sorrisetto sotto i baffi meschini quando incontreranno il presidente Sferrazza…
Tornare in alto Andare in basso
Totò22
MODERATOR
MODERATOR
avatar

Numero di messaggi : 4200
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

MessaggioTitolo: Re: L'Akragas vince, presidente dedica la vittoria al boss   2009-10-02, 13:42

Akragas contro la mafia
ottobre 1, 2009 by Domenico Vecchio

L’attività sportiva dell’Akragas calcio va avanti. A distanza di tre giorni dalle dichiarazioni dell’ormai ex presidente Gioacchino Sferrazza, i giocatori della squadra di Agrigento, sono scesi in campo a Favara per un turno di coppa Italia.

Al Bruccoleri (lo stadio di Favara, a soli 10 km dalla città capoluogo) vicino ai giocatori non c’era Sferrazza, vittima del Daspo e dimessosi martedì scorso, ma c’era , il Prefetto Umberto Postiglione, il sindaco di Agrigento Marco Zambuto, il colonnello della Finanza Vincenzo Raffo, il questore Girolamo Di Fazio, il maggiore dei Carabinieri Carlo Leotta e il sindaco di Favara Mimmo Russello oltre che il presidente della Provincia Eugenio D’Orsi. .

Una presenza massiccia a testimoniare la partecipazione dello Stato a difesa delle leggi.
“Se siamo qua – ha detto il Prefetto – è perché vogliamo essere vicini ai giocatori e alla squadra bianco azzurra”.
I giocatori, che in campo hanno dato tutto, pareggiando 2 a 2, sono scesi sul rettangolo di gioco, con una maglietta con sopra scritto “Akragas contro la mafia”.

Adesso, il problema sarà mantenere i trenta posti di lavoro della gloriosa società biancoazzurra, un peso da 40mila euro al mese. Dopo le dimissioni del presidente, il club rischia di sparire se nessuno vorrà farsi avanti per rilevare la società.
Il ciclone, che ha investito l’Akragas e la città di Agrigento, ha fatto allontanare dalla squadra dal passato glorioso, gli sponsor che avrebbero dovuto garantire il loro sostegno.

“Il daspo non è contro l’Akragas – ha detto il Questore Girolamo Di Fazio – era un atto dovuto. Non sono in grado di rispondere a scuse e pentimenti, a questo provvedimento si potrà fare ricorso al Tar”.


Foto di Umberto Re

Fonte: http://www.agrigentooggi.it
Tornare in alto Andare in basso
Totò22
MODERATOR
MODERATOR
avatar

Numero di messaggi : 4200
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

MessaggioTitolo: Orazio Pidatella, l’Akragas rischia la deriva   2009-10-02, 13:46

Orazio Pidatella, l’Akragas rischia la deriva
ottobre 1, 2009 by Toto Castellana

L’Akragas calcio nell’occhio del ciclone, non per meriti sportivi, che pure sicuramente non mancano, ma per l’esternazioni inopportune del suo presidente, va avanti nell’incertezza e con il massimo impegno.

“I ragazzi ed io personalmente ci sentiamo orgogliosi di giocare e rappresentare una città come Agrigento – ha affermato Mister Pidatella, questa mattina a poche ore di distanza dalla partita di coppa Italia di ieri giocata davanti le massime autorità, civile e militari-. Di giocare per tutta la sua gente onesta, come gente onesta siamo noi che giochiamo e lottiamo per i colori bianco azzuzzi.

Il presidente Sferrazza – continua Mister Pidatella – facendo quelle dichiarazioni se ne è assunto tutta la responsabilità, la squadra non c’entra nulla poiché nulla aveva da condividere con quanto affermato dal presidente Sferrazza che aveva, peraltro, precisato che le sue dichiarazioni erano a titolo puramente personale rivolte ad un amico.

Io e tutta la squadra ieri – continua Orazio Pidatella – siamo stati felici, onorati e orgogliosi per la presenza di sua Eccellenza il Prefetto, il Sindaco Zambuto, il Questore, il Presidente della Provincia e tutte le altre autorità presenti che, con la loro partecipazione, hanno voluto sostenere la squadra ed insieme a questa lanciare un messaggio forte contro la Mafia.

Alla fine – aggiunge il Mister – ieri quello che contava meno era il risultato, l’importante era lanciare un grido di sdegno contro la Mafia e credo sia stato fatto. Adesso mi auguro che la città e le autorità che la rappresentano si possano fare portavoce e carico di una squadra composta da giovani, uomini e famiglie oneste.
Non nego che sarei molto onorato di poter continuare il mio lavoro in una città importante come Agrigento, purtroppo devo a malincuore dirvi che già da Martedì Noi non sappiamo più quale possa essere il nostro destino (dove dormire, se andare a lavorare e per chi, insomma se continuare o meno la nostra attività sportivo-lavorativa ad Agrigento e per gli agrigentini).



Fonte: http://www.agrigentooggi.it
Tornare in alto Andare in basso
Totò22
MODERATOR
MODERATOR
avatar

Numero di messaggi : 4200
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

MessaggioTitolo: Re: L'Akragas vince, presidente dedica la vittoria al boss   2009-10-04, 20:58

Articolo Domenica 04 Ottobre 2009 Sport AG



Fonte: http://giornale.lasicilia.it
Tornare in alto Andare in basso
Totò22
MODERATOR
MODERATOR
avatar

Numero di messaggi : 4200
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

MessaggioTitolo: Re: L'Akragas vince, presidente dedica la vittoria al boss   2009-10-07, 14:49

Akragas come Licata nessuno spiraglio per le vecchie glorie
ottobre 6, 2009

A distanza di una settimana dalle dimissioni di Gioacchino Sferrazza, nessuno si è fatto avanti per sobbarcarsi il carico di quarantamila euro mensile dell’Akragas Calcio.
Del resto in una città priva di industrie e di realtà imprenditoriali di un certo calibro, appare davvero difficile individuare anche i possibili papabili.
Chi in tempi di assoluta crisi economica in questa città può legare il proprio nome ad una squadra di calcio? Dove sono ad oggi le cordate di imprenditori capaci di investire soldi nel pallone, tanto più in un’epoca dove pure i preziosi contributi da parte dagli enti sono stati azzerati.
“Non si è fatto vivo nessuno – ha detto Gianfranco Rosato, l’uomo a cui il sindaco di Agrigento ha affidato le questioni burocratiche della squadra di calcio – presto presenteremo gli incartamenti per chiedere le autorizzazioni di giocare all’Esseneto, ma ad oggi – ha aggiunto l’avvocato – non abbiamo nessuna certezza di cui parlare”.
Non ci sono certezze di cui parlare, è vero, ma il rischio che allo stadio, anche dopo le autorizzazioni, l’Akragas non giochi più aumentano. I tifosi in queste ore scongiurano un possibile forfait, ma i giocatori, i 30 dipendenti dell’Akragas calcio, non sono per niente sereni e il futuro pieno di punti interrogativi, non consente al gruppo di potersi allenare con la giusta serenità.
Il rischio che l’Akragas Calcio, faccia la fine del Licata, altro club di prestigio rimasto senza padrone, allo stato delle cose è sempre più vicino e ncora una volta, i bianco azzurri saranno solo delle immagini sbiadite in nostalgici ritagli di vecchi giornali.

Fonte: http://www.agrigentooggi.it
Tornare in alto Andare in basso
Totò22
MODERATOR
MODERATOR
avatar

Numero di messaggi : 4200
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

MessaggioTitolo: Re: L'Akragas vince, presidente dedica la vittoria al boss   2009-10-16, 16:56

Articolo Venerdì 16 Ottobre 2009 Sport AG



Fonte: http://giornale.lasicilia.it
Tornare in alto Andare in basso
Totò22
MODERATOR
MODERATOR
avatar

Numero di messaggi : 4200
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

MessaggioTitolo: Re: L'Akragas vince, presidente dedica la vittoria al boss   2009-10-17, 19:29

Akragas fuori dal tunnel? Sferrazza resta!

Sabato 17 Ottobre 2009 13:05

Finalmente una bella notizia per i tifosi dell’Akragas e per la città intera. E’ tornato a parlare l’ex presidente Gioacchino Sferrazza intervenendo sull’attuale momento della società. “Non essendoci stati contatti con imprenditori e cordate, mi sento responsabile di non abbandonare una rosa di giocatori così vasta alla mercè di tutti. Nessuno si è fatto avanti, e sono sempre più convinto, che le promesse fatte o i buoni intendimenti, si sono rivelati degli autentici bluff. A questo punto mi tengo l’Akragas, continuo a gestirlo personalmente e lunedì prossimo provvederò a saldare i rimborsi spesa a tutti i calciatori. Questo non vuol dire che chiudo definitivamente le porte a chi è interessato a rilevare la società. Ma non posso distruggere un giocattolo che ho amorevolmente costruito da mesi per vincere il campionato. Un obbiettivo sempre alla portata di mano a cui credo fermamente insieme al gruppo di giocatori e tecnici”. Una città e una tifoseria intera forse, e sottolineiamo il forse, può ancora sperare,sognare in qualcosa di grande. Solo il tempo potrà dare spiegazioni.

Fonte: http://www.grandangolo-online.it
Tornare in alto Andare in basso
vintidu22
PICCIOTTO
PICCIOTTO


Numero di messaggi : 33
Età : 25
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 10.01.09

MessaggioTitolo: Squalifica 5 anni a patron Akragas.   2009-10-27, 15:23

Squalifica 5 anni a patron Akragas e un punto in meno in classifica alla squadra.
Gioacchino Sferrazza aveva dedicato vittoria a presunto mafioso




(ANSA) - AGRIGENTO, 27 OTT - Gioacchino Sferrazza, il patron dell'Akragas calcio di Agrigento, e' stato squalificato per cinque anni dalla Federcalcio. Il provvedimento arriva dopo le polemiche scaturite dalla dedica che Sferrazza fece, dopo la vittoria della sua Akragas sull'Arenella (campionato Eccellenza), 'all'amico fraterno Nicola Ribisi', arrestato con l'accusa di essere il nuovo capofamiglia di Palma di Montechiaro. La Commissione disciplinare ha anche inflitto un punto di penalita' alla squadra.


Fonte: Corriere dello sport
Tornare in alto Andare in basso
Totò22
MODERATOR
MODERATOR
avatar

Numero di messaggi : 4200
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

MessaggioTitolo: Re: L'Akragas vince, presidente dedica la vittoria al boss   2010-02-14, 21:43

Il daspo non ferma Sferrazza
Il presidente in "prima fila"
di Vito Velardi



Berretto nero quasi a coprire gli occhi, penna in bocca e vista da falco. Fatta la legge trovato l'inganno per l'ex presidente dell'Akragas Gioacchino Sferrezza che, nonostante la conferma del Daspo, controlla e incita la sua ex squadra dall'alto di una terrazza di un palazzo situato di fronte all'Esseneto. Il segno concreto che il suo amore per l'Akragas non finirà mai.

Foto di Sandro Catanese

Fonte: http://agrigento.agrigentonotizie.it

E pensare che c'è gente che rischia mesi di galera.......
Tornare in alto Andare in basso
PrimaLinea
PICCIOTTO
PICCIOTTO
avatar

Numero di messaggi : 110
Età : 35
Località : Canicatti
Data d'iscrizione : 15.01.09

MessaggioTitolo: Re: L'Akragas vince, presidente dedica la vittoria al boss   2010-02-14, 22:52

disprezzo....
Tornare in alto Andare in basso
Totò22
MODERATOR
MODERATOR
avatar

Numero di messaggi : 4200
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

MessaggioTitolo: Re: L'Akragas vince, presidente dedica la vittoria al boss   2010-03-17, 15:56

L'Akragas e le manie di protagonismo del Presidente Sferrazza
martedì 16 marzo 2010


Divorato da una mania di protagonismo, Gioacchino Sferrazza, è tornato nuovamente alla ribalta. Ha fatto indossare all’Akragas una inedita maglia con i colori sociali e con la sua faccia in bell’evidenza. L'ANALISI di Enzo Nocera.

Ancora una volta, dopo i noti fatti che hanno penalizzato la squadra e la tifoseria, questa uscita se la poteva risparmiare visto che la società di calcio appartiene alla città tant’è che ne porta l’antico nome greco. Potrei capire tale scelta, ma non si fino a che punto, se alla sua faccia fosse abbinato un marchio o un prodotto ma, francamente, non capisco cosa c’entri la sua immagine con la maglia biancoazzurra. Questo ennesimo show domenicale che, tra l’altro, ha fatto storcere il muso a tanti sportivi presenti al “Salaci” di Cammarata e non solo, è forse l’ennesima provocazione, forse l’ultimo atto di una stagione per certi versi segnata in partenza da troppa improvvisazione e pressappochismo ma anche da troppo protagonismo. Sferrazza deve prendere atto del fallimento del suo progetto sia in termini sportivi che, soprattutto, in quelli comunicativi; una stagione segnata da uscite verbali che non hanno tenuto conto dell’interesse della società e del rispetto della tifoseria; dichiarazioni contraddittorie che hanno di fatto stordito gli sportivi biancoazzurri che, oggi più che mai, sentono l’imminente agonia, la fine del ciclo Sferrazza.

E tale momento, ormai prossimo, sicuramente sarà ancora più doloroso rispetto ai fatti che hanno fatto da contorno al campionato biancoazzurro. Dopo la conferma del DASPO, il patron dell’Akragas, ha deciso di sfidare tutti partendo da un presupposto più volte dichiarato: il calcio ad Agrigento sopravvive grazie a lui. Non è così, caro “patron”anche se ci può essere una punta di verità. Se scomparirà la maggiore formazione di calcio del capoluogo, come pare probabile per una cessione a dirigenti di altri comuni, in città si potrà continuare a parlare di calcio con l’Agrigentina che in maniera onorevole disputa il torneo di Prima categoria e non ha debiti. Si potrà iniziare daccapo con la Nuova Villaseta che partecipa al campionato regionale di Seconda categoria ed è formata da giovani calciatori locali. Si potrà intavolare una trattativa con alcuni dirigenti di società minori dell’hinterland ben disposti a giocare all’Esseneto.

Quindi, tutte le azioni che tendono a mortificare l’Akragas, i suoi tifosi e la città avranno una reazione che può essere più o meno incisiva ma che sicuramente non potrà mai azzerare del tutto il calcio ad Agrigento; meglio fallire piuttosto che subire cocenti umiliazioni e delusioni. Meglio rinascere con la faccia pulita, partendo da zero ma con motivato orgoglio, piuttosto che subire ingloriose manifestazioni di scherno nei campi di mezza Sicilia. Se l’Akragas scomparirà e, al momento la fine auspicata da molti è segnata, gli unici a perdere definitivamente sono stati solo coloro i quali, in nome dell’Akragas, hanno avuto solo illusori momenti di gloria. E l’elenco di tali “personaggi” è fin troppo lungo….

Enzo Nocera

Fonte: http://www.infoagrigento.it
Tornare in alto Andare in basso
Totò22
MODERATOR
MODERATOR
avatar

Numero di messaggi : 4200
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

MessaggioTitolo: Re: L'Akragas vince, presidente dedica la vittoria al boss   2010-03-17, 15:57

Caso Akragas: la DIGOS sequestra i filmati della partita contro il Kamarat
martedì 16 marzo 2010

Poliziotti della DIGOS della Questura di Agrigento hanno sequestrato tutti i filmati relativi alla partita di calcio Kamarat – Akragas comprese le interviste post gara.

Tale acquisizione si è resa necessaria dopo l’ennesimo “scivolone” di Gioacchino Sferrazza e servirà a supportare un indagine, già avviata dalla magistratura ordinaria, nei confronti dello squalificato già dirigente dell’Akragas che, di fatto, continua ad essere il massimo responsabile della società di calcio; parallelamente è stato aperto, da parte della Procura Federale della FIGC, l’ennesimo fascicolo a carico dei tesserati.

A valutare i comportamenti oggetto di indagine è il magistrato ordinario Stefano Palazzi che, qualche mese addietro, dopo le dichiarazioni post Arenella, ha emesso una sentenza di condanna per la squadra (un punto di penalizzazione) e per Sferrazza (cinque anni di inibizione). Questa volta i rischi di una forte penalizzazione sono fondati per via della recidiva e, tale ipotesi, rischia di far scivolare l’Akragas molto in basso. Intanto lo sdegno, per quanto accaduto domenica a Cammarata, ha varcato i confini regionali e non basta l’ennesima conferenza stampa del giorno dopo a giustificare vanitosi personalismi; Sferrazza ormai è isolato.

La tifoseria non gli ha perdonato l’ultimo eccesso e basta leggere i commenti dei tifosi nei vari blog per rendersi conto che ormai, la maggiore squadra di calcio della Città, non ha il sostegno della “base”. Ha toccato il punto più basso della sua blasonata ultra cinquantenaria attività non per risultati negativi ma per una gestione scriteriata; il progetto Sferrazza, fallimentare su tutti i fronti, ha i giorni contati e, perfino le ipotesi di cessione ad altri dirigenti dell’hinterland, rischiano di non andare in porto nel caso di una penalizzazione che metterebbe a rischio la categoria. Intanto, il deputato agrigentino Ruvolo, ha chiesto la radiazione dell’Akragas. La squadra del capoluogo forse è giunta al capolinea.

Enzo Nocera

Fonte: http://www.infoagrigento.it
Tornare in alto Andare in basso
 
L'Akragas vince, presidente dedica la vittoria al boss
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Vittoria e dintorni
» Precisazione in caso di vittoria tornei
» Bonus vittoria torneo
» pizza tutte le sere
» Woofer doppia bobina.

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
COMMANDO NEUROPATICO :: SANCATALDESE CALCIO :: STAGIONE 2009-2010 :: NEWS E COMUNICATI-
Andare verso: