COMMANDO NEUROPATICO
Benvenuto, assettati e pigliati na cosa!!
COMMANDO NEUROPATICO
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.


ultras
 
IndiceIndice  RegistratiRegistrati  Accedi  Sancataldese Calcio OfficialSancataldese Calcio Official  CALCIOLANDIACALCIOLANDIA  
Ultimi argomenti
» Stagione Ultras 2019-2020
No alla tessera del tifoso Icon_minitime2020-03-23, 12:01 Da Foddri Libero

» Stagione Ultras 2018-2019
No alla tessera del tifoso Icon_minitime2019-09-25, 19:00 Da Foddri Libero

» Stagione Ultras 2017-2018
No alla tessera del tifoso Icon_minitime2019-06-12, 12:00 Da Foddri Libero

» Stagione Ultras 2016-2017
No alla tessera del tifoso Icon_minitime2019-06-12, 11:58 Da Foddri Libero

» Stagione Ultras 2015-2016
No alla tessera del tifoso Icon_minitime2019-06-12, 11:55 Da Foddri Libero

» Stagione Ultras 2014-2015
No alla tessera del tifoso Icon_minitime2019-06-12, 11:52 Da Foddri Libero

» Stagione Ultras 2013-2014
No alla tessera del tifoso Icon_minitime2019-06-12, 11:50 Da Foddri Libero

» Stagione Ultras 2012-2013
No alla tessera del tifoso Icon_minitime2019-06-12, 11:48 Da Foddri Libero

» Stagione Ultras 2011-2012
No alla tessera del tifoso Icon_minitime2019-06-12, 11:44 Da Foddri Libero

» Stagione Ultras 2010-2011
No alla tessera del tifoso Icon_minitime2019-06-12, 11:41 Da Foddri Libero

» Stagione Ultras 2009-2010
No alla tessera del tifoso Icon_minitime2019-06-12, 11:36 Da Foddri Libero

» Stagione Ultras 2008/2009
No alla tessera del tifoso Icon_minitime2019-06-12, 11:29 Da Foddri Libero

No alla tessera del tifoso Senz_a10
No alla tessera del tifoso Elll11

 

 No alla tessera del tifoso

Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente
AutoreMessaggio
Admin
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
Admin

Numero di messaggi : 910
Età : 38
Data d'iscrizione : 22.12.07

No alla tessera del tifoso Empty
MessaggioTitolo: No alla tessera del tifoso   No alla tessera del tifoso Icon_minitime2009-10-13, 12:47

Manifestazione Ufficiale "No alla tessera del tifoso " - Roma 14 Novembre 2009 -




Con questa mail speriamo che tutte le informazioni utili alla , riuscita ottimale , della manifestazione da tutti o quanto meno la stragrande maggioranza ,i presenti nell'incontro di Roma del 5 settembre 2009 , concordata ; possano esservi di aiuto e di coordinamento .

In base alla richiesta da noi presentata, presso gli uffici della questura di Roma, ci è stato dato parere favorevole e autorizzata la data del 14 Novembre 2009 come giornata da utilizzare per compiere un altro passo importantissimo per il nostro panorama Ultras e sopratutto per la libertà di tutti i tifosi Italiani .

Come concordato a Roma il 5 settembre , vi confermiamo le modalità di adesione che dovranno esser rispettate affinchè per gli organizzatori possa diventare quantomeno più semplice la preparazione dell'evento.



Modalità di adesione alla manifestazione :


- Comunicazione obbligatoria del numero dei partecipanti che partiranno da ogni città della penisola e delle isole, per prender parte alla manifestazione .

- Nomina di 1 o più responsabili di ogni gruppo e/o curva organizzata che andranno a svolgere un servizio d'ordine interno della propria tifoseria e comunicarli agli organizzatori .
( le persone addette al servizio d'ordine interno di ogni gruppo dovranno presentarsi al luogo di ritrovo insieme agli organiozzatori edlla manifestazione per un organizzata generale )

- T-Shirt e/o Felpa di colore Bianco con : LATO FRONTALE scritta ( NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO ) colore nero - Font a Scelta ( basta che sia leggibile )
-LATO RETRO scritta ( NOME DELLA PROPRIA CITTA' ( a scelta in aggiunta anche il nome del gruppo) colori della propria squadra ESEMPIO: Roma ( colore giallo-rosso ) e sotto a scelta Curva Sud Roma ecc..ecc..

- Assolutamente vietate maglie ,bandiere,sciarpe e chi più ne ha più ne metta ,raffiguranti personaggi e/o ideologie politiche ( cerchiamo di non fare caxxate )

- No campanilismo durante l'incontro , lo svolgimento , e la fine della manifestazione

- Sarà possibile portare uno striscione contro la tessera del tifoso per ogni città , curva e/o gruppo organizzato dietro cui identificarsi .



TUTTE LE INFORMAZIONI,PER L'ADESIONE,RICHIESTE DEVONO PERVENIRE PRESSO QUESTO INDIRIZZO EMAIL ( IN TEMPI RELATIVAMENTE BREVI ).




Percorso prestabilito Manifestazione " NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO "

Roma - 14 Novembre 2009 -



Ritrovo Ore 10:00 P.zza Esquilino

- Partenza da P.zza Esquilino

- via Cavour

- L.go Corrado Ricci

- via dei fori Imperiali

- via Celio Vibenna

- S.Gregorio

- P.zza Porta capena

- via dei Cerchi

- Arrivo in P.zza Bocca della Verità



Il percorso assegantoci possiamo garantire a tutti i partecipanti che toccherà punti nevralgici e di rilevante importanza per la nostra battaglia ( inutile dirvi che chiedere un arrivo sotto il parlamento è stato inutile - Roma come molte città Italiane per manifestazione di questo livello ha percorsi prestabiliti e insindacabili ).

La manifestazione , a seguito del corteo che ci porterà sino a P.zza Bocca della verità dove verrà allestito un palco, continuerà fino alle ore 15:00 con dibattiti e argomentazioni da parte degli Ultras e di esponenti di rilevante importanza nell'ambito dell'entrata in vigore della TESSERA DEL TIFOSO .



-Per tutti coloro che si recheranno a Roma in treno , consigliamo di scendere alla Stazione Termini e proseguire per Via Cavour ( vi porterà direttamente su P.zza Esquilino )

-Per tutti coloro che si recheranno a Roma con Bus organizzati a breve ( stiamo attendendo la risposta della DIGOS ) vi faremo sapere i 2 punti di appoggio per poter parcheggiare i Bus e recarvi poi in Metropolitana verso il luogo di ritrovo ( staz. metropolitana di fermata Termini ) e proseguire a piedi in via Cavour fino a P.zza Esquilino.

- Per tutti coloro che si recheranno a Roma con mezzi propri auto-minibus consigliamo di appoggiarsi ai due punti di ritrovo sopra mensionati per comodità di parcheggio.

- Per tutti coloro che vogliono fare di testa propria ...esiste Google map's !!


DOSSIER STADI ITALIANI DA PRESENTARE ALLA CORTE EUROPEA DI STRASBURGO



Come tutti voi avete potuto leggere nella mail inviata a seguito dell'incontro del 5 settembre a Roma ; il movimento del Tifo organizzato Italiano ,che ci vede a noi tutti fautori e promulgatori, si stà muovendo non solo nella direzione della sensibilizzazione di massa con proteste domenicali e manifestazioni Nazionali ; ma sotto l'invito di alcune persone competenti in materia stiamo cercando di accorciare i tempi per puntare in alto sempre più in alto . In quanto se è vero che non sarà un tempo fuori dalle curve o una manifestazione a far cambiare o mutare una legge..è verissimo che ci sono organi legislativi che posso verificare e avallare l'efficenza e la forma di determinate leggi ceh vengono attuate nel nostro "bel paese" senza tener conto dell'art.6 della carta mondiale dei diritti Umani.

Stiamo parlando della Corte Europea di Strasburgo a cui dovremo in un futuro ( breve ) prossimo consegnare città per città un dossier sull'inagibilità,fatiscenza e non rispetto delle norme europee dei nostri impianti dove domencia dopo domenica ragazzi , padri, mariti , mogli , figlie rischiano continuamente di perdere la vita per una partita di calcio a causa della non curanza degli organi competenti.



Vogliono obbligarci alla tessera? bene noi gli obblighiamo ;da clienti paganti a darci stadi degni del costo sempre piu alto dei biglietti per partite con sempre meno colore e passione.

Questa volta non ci fermeremo davanti a nulla . Sarebbe opportuno che il giorno della manifestazione un responsabile per gruppo possa consegnare il dossier sullo stadio della propria città ; argomentato sulle spiegazioni delle varie "NON MESSE A NORMA" ( Es. tornelli ,bagni,tribune ecc..ecc.). con foto delle varie non messe a norma e con allegato un rapporto dove possibile della propria società di calcio che vada ad attestare le piccole o grandi lacune dello stesso impianto.

Per info su come preparare il dossier e sulle attenzioni necessarie affinchè possa esser presentato potete contattare Gabriele di Tivoli al numero che trovate nella fine dell'email!



AVANTI ULTRAS



Gabriele Tivoli : 334 26 133 97

Sandro Latina : 346 21 900 23

Paolo Roma : 346 60 007 15

Rob Sesto S.Giovanni : 347 91649 70


No alla tessera del tifoso N1578310

_________________
No alla tessera del tifoso Ultras11
Torna in alto Andare in basso
https://cn22.forumattivo.com
Foddri Libero
MODERATOR
MODERATOR
Foddri Libero

Numero di messaggi : 1486
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 28.12.07

No alla tessera del tifoso Empty
MessaggioTitolo: Re: No alla tessera del tifoso   No alla tessera del tifoso Icon_minitime2009-10-22, 15:03

SABATO 14 NOVEMBRE ORE 11,00 a Roma ci sara' una tra le piu' grandi (se non la piu' grande) mobilitazioni nazionali Ultras....Si protesterà contro la tessera del tifoso, ma non solo, in quanto questa è soltanto l'ultimo abuso di potere volto ad allontanare le persone dagli stadi.....ANDARE O NON ANDARE????
Se ci vogliamo sforzare di trovare dei motivi per non andare, lo possiamo anche fare (non serve a niente, e' solo una sfilata di moda, ci sono gruppi che non meritano di essere presenti, la tessera del tifoso non ci interessa ci vadano loro etc etc etc) se poi aggiungiamo che per parecchi gruppi la distanza e le spese sicuramente non incoraggiano a partire, allora ecco che abbiamo trovato dei buoni motivi per restare a casa.....
Personalmente pero' se proprio lo sforzo di pensare lo devo fare, allora mi viene da pensare dei buoni motivi per essere presente....Parecchi gruppi e curve d'Italia si mobilitano potrei essere presente anche solo per spirito di solidarieta', per dare il mio piccolo contributo, o semplicemente per curiosita' per egocentrismo e poter dire io c'ero, ma soprattutto potrei essere presente per Consapevolezza Ultras, perche' mi interessa, perche' nel bene e nel male faccio parte e mi sento parte di questo movimento vasto e con tante sfaccettature chiamato ULTRAS....Io penso di andare, ed insieme al mio gruppo faremo uno sforzo economico e fisico per essere presenti, la mia personale speranza di vedere il maggior numero di gruppi Siciliani, ognuno per i cazzi suoi, ma magari riuniti in un unico corteo che rappresenti il MOVIMENTO ULTRAS SICILIANO !!!
Torna in alto Andare in basso
Totò22
MODERATOR
MODERATOR
Totò22

Numero di messaggi : 4281
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

No alla tessera del tifoso Empty
MessaggioTitolo: Re: No alla tessera del tifoso   No alla tessera del tifoso Icon_minitime2009-10-29, 14:20

Tessera del tifoso: gli ultras in corteo a Roma

No alla tessera del tifoso Tesser10

La tessera del tifoso

Gli ultras di tutta Italia si raduneranno a Roma il 14 novembre e sfileranno in corteo contro l’istituzione della tessera del tifoso. La manifestazione partirà alle 10 da piazza Esquilino per concludersi in piazza Bocca della Verità. L’annuncio sta facendo il giro sui siti internet delle tifoserie organizzate, accompagnato dalle raccomandazioni ai partecipanti a comportarsi in maniera corretta durante il corteo, e a mettere da parte ogni simbolo che richiami ideologie politiche. Alla fine del corteo, spiegano gli organizzatori, saliranno sul palco gli avvocati che si oppongono giuridicamente alla tessera del tifoso: “per leggere il documento che verrà consegnato da loro stessi a chi di dovere”. Gli ultras si sentono “ad un passo da una vittoria che si tramanderà di generazione in generazione, avanti tutta”.

Il Senatore Radicale Perduca, eletto nelle liste del Pd e Mario Staderini del Comitato nazionale di Radicali italiani hanno affermato a riguardo: “La manifestazione indetta per il 14 novembre prossimo da parte di tutte le tifoserie va ben oltre la critica alla tessera del tifoso, è una mobilitazione nazionale per il rispetto della Costituzione.
Cercheremo per quanto possibile di sostenere anche questa fase popolare di opposizione alle misure annunciate a ferragosto da parte del Ministro Maroni che a oggi non son state tradotte in norme certe. A tal proposito nei prossimi giorni torneremo a sollecitare una risposta alle quattro articolate interrogazioni parlamentari in merito a cui il Viminale non risponde da due mesi. Compatibilmente coi lavori del VIII Congresso di Radicali italiani – che si terrà a Cianciano dal 12 al 15 novembre, cercheremo anche di essere presenti. Come già dimostrato nei mesi scorsi, i tifosi son capaci di manifestazioni pacifiche, siamo certi che per il 14 si possa arrivare anche ad arricchirle con la nonviolenza.”

Fonte: http://www.ecalcioblog.it
Torna in alto Andare in basso
Totò22
MODERATOR
MODERATOR
Totò22

Numero di messaggi : 4281
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

No alla tessera del tifoso Empty
MessaggioTitolo: Re: No alla tessera del tifoso   No alla tessera del tifoso Icon_minitime2009-10-31, 14:41

ROMA 14 NOVEMBRE 2009 NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO
LOCANDINA FINALE

No alla tessera del tifoso 12568010
Torna in alto Andare in basso
Totò22
MODERATOR
MODERATOR
Totò22

Numero di messaggi : 4281
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

No alla tessera del tifoso Empty
MessaggioTitolo: Re: No alla tessera del tifoso   No alla tessera del tifoso Icon_minitime2009-11-02, 23:34

27 ottobre 2009

Tessera del tifoso, addio nostalgia per gli striscioni
Venerdì prossimo i 42 presidenti di A e B diranno no alla tessera del tifoso e lo comunicheranno al ministro Roberto Maroni: come noto, il numero 1 del Viminale voleva renderla obbligatoria per le trasferte dal prossimo gennaio. Ma di fronte al no compatto dei club e alle proteste degli ultrà, è pronto a fare slittare tutto all'inizio della stagione 2010-'011. Sempre che il progetto, nel frattempo, non venga definitivamente accantonato. Intanto il senatore e giurista del Pdl, Domenico Benedetto Valentini, si è fatto firmatario di un disegno di legge presentato alla Commissione Affari costituzionali del Senato: nel nuovo articolo 9 della legge 41/2007 si specifica infatti che il Daspo deve essere "in atto". Solo in quel caso non si possono acquistare biglietti e avere la tessera del tifoso. Prima era una norma assurda e troppo penalizzante. Chi ha sbagliato e pagato, non deve essere bollato a vita. "Con le regole attuali-sostengono infatti gli ultrà-un daspato sarebbe privato a vita della tessera del tifoso". Lo stesso Maroni si era accorto che l'articolo 9 (voluto da Amato) era sbagliato, e quindi da cambiare. Detto questo, il progetto tessera del tifoso subirà uno stop, forse definitivo. I tifosi l'hanno capito e difatti non protestano nemmeno più. Altro problema, gli striscioni: la normativa attuale è stata voluta in tempi di emergenza ma sarebbe saggio adesso ridiscuterla. Basta burocrazia, ci vuole buon senso. Negli stadi devono tornare gli striscioni allegri, gli sfottò, l'ironia. Altrimenti è una tristezza che non giova certo all'immagine del nostro calcio. Pare che ci sia un'apertura per quanto riguarda gli impianti sotto i 7500 posti, anche se non tutte le questure si comportano allo stesso modo. Per gli impianti grandi, nessuna novità (positiva) al momento. Anche perché di questa sacrosanta battaglia dovrebbero farsi portatori soprattutto i club. Sono loro che devono andare da Maroni e chiedergli di cambiare la normativa. Ora ci sono gli steward, basterebbe un controllo nell'antistadio e si potrebbe fare passare solo gli striscioni senza insulti, senza violenza. Ci vuole poco, a volte. Quando c'è la volontà. Ma la realtà è che i primi a fregarsene sono proprio i club. A loro vanno bene gli stadi semivuoti e senza folclore: tanto prendono i soldi dalle tv...

Fonte: http://www.repubblica.it
Torna in alto Andare in basso
Totò22
MODERATOR
MODERATOR
Totò22

Numero di messaggi : 4281
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

No alla tessera del tifoso Empty
MessaggioTitolo: Re: No alla tessera del tifoso   No alla tessera del tifoso Icon_minitime2009-11-10, 21:51

No alla tessera del tifoso 10gy2c10
Torna in alto Andare in basso
Totò22
MODERATOR
MODERATOR
Totò22

Numero di messaggi : 4281
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

No alla tessera del tifoso Empty
MessaggioTitolo: Re: No alla tessera del tifoso   No alla tessera del tifoso Icon_minitime2009-11-10, 23:11

No alla tessera del tifoso Itiner17

No alla tessera del tifoso It110

No alla tessera del tifoso It210

No alla tessera del tifoso It310

No alla tessera del tifoso It410

No alla tessera del tifoso It510

No alla tessera del tifoso It610

No alla tessera del tifoso It710

No alla tessera del tifoso It810
Torna in alto Andare in basso
Totò22
MODERATOR
MODERATOR
Totò22

Numero di messaggi : 4281
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

No alla tessera del tifoso Empty
MessaggioTitolo: Re: No alla tessera del tifoso   No alla tessera del tifoso Icon_minitime2009-11-13, 15:45

Inchiesta Goal.com - Criticata, chiacchierata e tribolata: ecco la TESSERA DEL TIFOSO...
Alla scoperta del progetto che potrebbe rivoluzionare il mondo del tifo italiano.

No alla tessera del tifoso 60660_10
Da mesi è fonte di polemiche incrociate anche piuttosto aspre, tra istituzioni, club e tifosi. Eppure non se ne parla poi così tanto. Ecco perchè, noi di Goal.com, vogliamo approfittare della sosta del campionato per soffermarci su un tema caldo e delicato, quello della vita nei nostri stadi. Il pensiero, di questi tempi, corre subito e inevitabilmente alla 'Tessera del Tifoso', idea dell'Osservatorio sulle Manifestazioni Sportive oggetto di dibattiti e contestazioni avvolta tuttora da un velo di mistero per molti tifosi italiani. Di cosa si tratta realmente? Scopritelo con noi...

COS'E' - L'Osservatorio, organismo da cui è partito tutto, definisce così la 'Tessera del Tifoso': "Strumento di fidelizzazione adottato dalla società di calcio che prevede verifiche della Questura attraverso una procedura standard diramata a livello nazionale con apposita direttiva ministeriale". Con l'obiettivo - si legge ancora sul sito - di creare la categoria dei "Tifosi Ufficiali". Detta in parole più povere, la Tessera garantirà significativi privilegi ai suoi possessori. Il più importante è quello relativo alle trasferte. Chi deciderà di usufruire del nuovo strumento potrà aggirare qualsiasi restrizione sugli ingressi ad un determinato evento sportivo. Anche in questo caso meglio farla breve: da quando entrerà in vigore il provvedimento, solo i possessori della Tessera potranno avere accesso al settore ospiti di ogni stadio. Nessuna novità sostanziale per le partite che la propria squadra del cuore giocherà in casa, ma i vantaggi non mancheranno. Le procedure di acquisto dei tagliandi e di accesso allo stadio, per dirne un paio, verranno agevolate per i "Tifosi Ufficiali". Non tutti, però, potranno richiederla. Saranno tagliati fuori, ad esempio, i sostenitori sottoposti a Daspo o condannati per "reati da stadio" negli ultimi cinque anni.

LA STORIA - Del progetto si è parlato soltanto in tempi piuttosto recenti, ma l'idea nacque nel lontano 2005 ad opera del capo dell'Osservatorio Francesco Tagliente. La questione venne affrontata in maniera blanda, durante Calciopoli venne quasi dimenticata, per poi tornare di stretta, strettissima attualità dopo la morte dell'ispettore Raciti a Catania nel febbraio 2007. La presentazione ufficiale è datata primavera 2008: solo da quel momento istituzioni e società di calcio hanno iniziato a confrontarsi seriamente su una questione piuttosto spinosa. Mesi di confronti, tavoli di discussione, frenate e ripartenze. Fino alla scorsa estate, quella della svolta sancita dall'annuncio di Maroni: "Dal 1° gennaio si partirà con la 'Tessera del Tifoso'". Sì, a parole. I fatti, in realtà, raccontano di una Serie A ancora impreparata alla nuova era. E così, la scorsa settimana, è arrivata una richiesta di proroga da parte della Lega Calcio: "Abbiamo deciso - ha spiegato il presidente Beretta - di inviare al ministro dell’Interno Roberto Maroni la lettera firmata da tutti i 20 presidenti di A e dai 22 di B dicendo che accogliamo la filosofia del progetto della 'Tessera del Tifoso' e siamo pronti a renderlo operativo. Chiediamo al ministro di spostare l’entrata in vigore dal primo gennaio al primo luglio 2010". Permesso che sarà accordato, perchè Maroni ha ottenuto ciò che desiderava.

RESISTENZE - Ovvero la piena disponibilità da parte di tutti i presidenti a collaborare per rendere perfetto il nuovo meccanismo. Sì, perchè in passato non erano mancate le tensioni tra il Ministero dell'Interno e i club nostrani, mai del tutto convinti della bontà dell'intero progetto. E' passato alla storia - tra i tanti interventi sul tema - quello durissimo di Maurizio Zamparini: "E' una legge liberticida da stato fascista. Io sono un uomo libero e mi rifiuto di dover andare in uno stadio fuori dalla mia città con una tessera che mi scheda perché senza di quella non posso entrare. Mi vergogno di essere italiano". Parole di fuoco che però non rendono neanche minimamente l'idea del dissenso che si registra - nei confronti della nuova normativa - all'interno delle curve italiane, da sempre contrarie a quella che viene vissuta come una "Schedatura". Tra manifestazioni e contestazioni, non passa weekend senza che qualche tifoseria urli ai quattro venti il proprio malcontento, che sia espresso tramite striscioni o proteste silenziose. Il tutto mentre i nostri stadi continuano a svuotarsi in maniera lenta, triste e inesorabile. E pensare che ogni innovazione dovrebbe avere obiettivo ed effetto contrari: ripopolare e colorare spalti come in un passato sempre più lontano.
No alla tessera del tifoso 16619_10

Sergio Chesi

Fonte: http://www.goal.com
Torna in alto Andare in basso
Totò22
MODERATOR
MODERATOR
Totò22

Numero di messaggi : 4281
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

No alla tessera del tifoso Empty
MessaggioTitolo: Re: No alla tessera del tifoso   No alla tessera del tifoso Icon_minitime2009-11-13, 15:49

Inchiesta Goal.com - L'ideatore della prima Tessera del Tifoso contro l'Osservatorio: "Così spegne la PASSIONE"
Intervista ad Anthony Weatherill, il primo a pensare ad una tessera per i tifosi...

Della tessera del tifoso originale, quella per intenderci concepita (e registrata) da Anthony Weatherill nel 2007 ce n’eravamo già occupati con un’intervista all’ideatore nel febbraio scorso. In quella occasione con Anthony avevamo rivissuto la genesi di questo strumento, ripercorrendone la storia e cominciando a tracciarne i possibili sviluppi. Per sintetizzare, si era partiti con l’idea di creare uno strumento volto a dar voce ai tifosi, ci si è ritrovati con una carta d’identità del tifoso che nella migliore delle ipotesi lo trasforma in un potenziale consumatore e nella peggiore ne traccia un identikit utile alla questura. Questa, almeno, è la sensazione che lascia al primo inventore. Ieri abbiamo pubblicato – in sintesi – quella che voleva essere una guida alla tessera del tifoso così come concepita dall’Osservatorio; oggi - alla vigilia di un appuntamento molto importante (sabato a Roma è prevista una manifestazione organizzata dai gruppi organizzati delle tifoserie di tutta Italia che protesteranno proprio contro l’adozione di questo provvedimento) – abbiamo voluto riparlarne con Anthony Weatherill, per fare un punto sull’evoluzione della situazione.

Allora Anthony dal febbraio scorso ad oggi, è cambiato qualcosa? Hai visto confermati i tuoi timori? “Diciamo che la cosa si è evoluta su due strade completamente diverse: c’è il mio progetto – che sto ovviamente portando avanti – e poi c’è quello dell’Osservatorio. La differenza tra i due è semplice: il mio nasceva per dar voce ai tifosi, per creare una grande community che li responsabilizzasse, che li aiutasse ad esprimere e a vedere soddisfatte le loro esigenze, quello che sta passando – invece – è un’imposizione il cui unico scopo è quello di trasformarli in clienti oppure – ancor peggio – di schedarli”.

Spiegaci meglio… “Volentieri. Il mio progetto viene da dentro, sono i sottoscrittori stessi che si dotano liberamente di una tessera che li legittimi come tifosi, che consenta loro di esprimere ciò di cui avrebbero bisogno, di far comprendere alla società come intervenire per soddisfarli, di dar loro voce in capitolo. Poi, ovviamente, essendo uno strumento con cui essi stessi in qualche modo si certificavano nei confronti della società, è chiaro che svolgeva anche la funzione di affrancarsi da chi va allo stadio per altri scopi. Così come invece è stata creata, ha esattamente il fine opposto ed è normale che sia osteggiata dai tifosi, perché li trasforma in un semplice data base da dare in pasto agli sponsor o alla questura”.

Quindi è un progetto destinato al fallimento, secondo te… “Ovviamente sì, perché non capisce quelle che sono le vere esigenze del tifoso. Il biglietto nominale, ad esempio, è già fallito, adesso si è passati alla tessera, ma se continueranno ad ostinarsi a non ascoltarli, finirà allo stesso modo. Quando i primi cominceranno a ricevere a casa le offerte dalle aziende, si renderanno conto di essere stati usati e quando cercheranno di farsi ascoltare dalle società e non riceveranno risposta, si allontaneranno sempre di più dal calcio. Insomma, quello che voleva essere uno strumento per riportare la gente, le famiglie, i bambini allo stadio, che potesse creare dialogo tra i tifosi e le società, in modo da riportare serenità in un mondo che l’aveva persa, porterà esattamente a risultati contrari. Noi, ad esempio, con la nostra tessera, a Genova, portiamo allo stadio 500 bambini: i genitori ce li affidano per 4 ore, noi li portiamo alla partita e loro hanno un po’ di tempo libero. A queste cose chi penserà, l’Osservatorio? A Modena stiamo studiando la possibilità di sponsorizzare il settore giovanile della società per investire sul futuro dei nostri ragazzi. Capite la differenza? La nostra tessera era per il tifoso, la loro è “contro”. Non si può lasciare un’iniziativa del genere al Ministro degli Interni, non ha senso. Al massimo avrebbe dovuto occuparsene la Lega, che però è sparita. E attenzione: non vorrei dare l'impressione del bambino a cui hanno rubato il pallone. Io ho registrato il marchio, ma ho anche concesso l'esclusiva gratuita alla FISSC (Federazione Italiana Sostenitori Squadre di Calcio, ndr), quindi non ho alcun interesse se non quello morale. Se avessero sfruttato bene l'idea, io ne sarei stato ben felice, il fatto è che la stanno svilendo e - in più - stanno togliendo ai tifosi la possibilità di utilizzarla come vorrebbero. E' un po' come se gli stessero scippando la tessera - perché ovviamente ora le società riconoscono solo la loro - e poi contemporaneamente gliela stessero imponendo depotenziata”.

I promotori dell’iniziativa, però, sostengono che almeno così si terranno lontani i facinorosi… “E io dico che questa è solo una trappola: tutti sanno che l’articolo 9 (quello che vieta il tesseramento alle persone soggette a Daspo o che abbiano subito pene connesse a reati da stadio negli ultimi 5 anni, ndr) sarà tolto, perché è evidentemente anticostituzionale. E’ stato inserito solo per farsi pubblicità, per dire “Vedete? Noi combattiamo quelli là, è quelli che vogliamo allontanare dagli stadi, è anche vostro interesse iscrivervi, così non sarete accomunati a loro”. E’ un ottimo strumento di marketing, ma è anche molto rischioso. Guardo alla manifestazione di sabato con timore: spero proprio che non succeda nulla, anche perché - dovessero accadere spiacevoli episodi - probabilmente tutto questo avrebbe il solo risultato di spingere i tifosi “comuni” verso un provvedimento che alla fine li “commercializza”.

E allora come affrontare il problema della violenza? Perché è innegabile che qualcosa si deve fare, no? “Ovviamente sì, ma non condivido questa politica di demonizzazione delle curve: chiunque sia andato allo stadio, è passato dalla curva e sa benissimo che là alberga la vera passione. Tutti a parlare del modello inglese, ma io che lo conosco bene posso dirlo: in Inghilterra non c’è più passione, solo business. Ed è questa la strada che vogliamo prendere? Noi con la nostra tessera volevamo riaccenderla la passione, quella vera, genuina, ovviamente. Se c’è qualcosa che non va nelle curve, cerchiamo di porre rimedio: entriamoci, sporchiamoci le mani, capiamo i problemi di questi ragazzi, dialoghiamo, responsabilizziamoli, cerchiamo di evitare infiltrazioni politiche e allontaniamo i violenti, ma non demonizziamoli. E, soprattutto, non spegniamo la passione”.

Sergio Stanco

Fonte: http://www.goal.com
Torna in alto Andare in basso
Totò22
MODERATOR
MODERATOR
Totò22

Numero di messaggi : 4281
Località : San Cataldo
Data d'iscrizione : 29.12.07

No alla tessera del tifoso Empty
MessaggioTitolo: Re: No alla tessera del tifoso   No alla tessera del tifoso Icon_minitime2009-11-13, 15:51

Inchiesta Goal.com – Tessera del Tifoso all’estero? In Brasile e’ fallita, nel resto del Mondo la violenza si combatte con… le telecamere!
Abbiamo chiesto informazioni al nostro network.

Continuiamo il nostro viaggio alla scoperta della Tessera del Tifoso. La quarta puntata della nostra inchiesta fa un viaggetto all’estero. Abbiamo infatti sfruttato il nostro network per verificare se al di fuori dello Stivale avessero adottato qualcosa di simile per fidelizzare il pubblico e combattere la violenza. A giudicare del nostro giro d’orizzonti, non siamo innovatori, ma i risultati di questa “invenzione” non sono incoraggianti…

Francois Duchateau - Goal.com Germania
Nessuna Tessera in Germania. Tutto cio’ che riguarda sconti su merchandising, o facilitazioni su biglietti in trasferta sono inclusi negli abbonamenti. Per quanto riguarda la violenza, la combattiamo con tanta polizia nei pressi degli stadi, che filmano tutto cio’ che accade in ogni momento, anche in zone molto lontane dagli impianti, come le stazioni ad esempio. In questo modo identificano i violenti e vietano loro l’ingresso allo stadio per tanti anni. C’e’ talmente tanta polizia che si sta valutando di far pagare il servizio alla Lega Calcio tedesca.

Peter Pedroncelli – Goal.com Africa
In Sudafrica non c’e’ nulla di simile, anche se qualche volta i maggiori club lanciano specifici abbonamenti che garantisca sconti o consenta la partecipazione ad eventi speciali collegati con la squadra. Per quanto riguarda la violenza, qui non e’ mai stato un problema: tifosi di casa e avversari siedono fianco a fianco, scherzano, ridono e suonano le vuvuzelas nel vero spirito dello Sport. In vista dei Mondiali, con il numeroso afflusso di persone da tutto il Mondo, sono state prese misure anti-hooligan (saranno piu’ di 40mila i poliziotti impegnati).

Michael Paterakis – Goal.com Grecia
Abbiamo biglietti stagionali per i tifosi emessi dai nostri club in cooperazione con il Ministero dello Sport che funzionano esattamente come le vostre tessere, ma non ci sono restrizioni di legge, per cui tutti possono richiederla. Tuttavia, questa e’ la prima stagione e sinceramente non e’ stato un grande successo, non e’ che i tifosi le vedano proprio di buon occhio…

Ewan MacDonald – Inghilterra
In UK il governo e’ troppo impegnato a trovare il modo per introdurre una carta d’identita’ obbligatoria per tutti per pensare se sia necessario o meno inventarne una specifica per i tifosi. Detto questo, per il calcio ai massimi livelli, e contro la violenza, funziona esattamente come in Germania: registrazioni video ovunque, biglietti nominativi con posti assegnati e gli incidenti dentro e nei pressi dello stadio sono molto rari. Le violenze tra tifosi sono organizzate lontano dagli impianti di gioco. In Scozia, ad esempio, alcune frange non vanno neanche a vedere la partita, viaggiano solo per scontrarsi con i rivali.

Juan Lirman – Goal.com Spagna
In Spagna non abbiamo niente di simile, per diverse ragioni: abbiamo gia’ la figura del socio del club – posizione molto ambita ma difficile da ottenere, ci sono liste d’attesa infinite ad esempio per Real e Barcellona -, poi ci sono gli abbonamenti stagionali che gia’ garantiscono vantaggi commerciali, infine e’ molto raro che il pubblico vada in trasferta. Nell’ultimo turno, ad esempio, durante il derby Atletico-Real, ci saranno stati non piu’ di 150 tifosi ospiti. Anche per questo, per entrare negli stadi spagnoli non e’ necessario alcun documento particolare. Di tanto in tanto, soprattutto i big club, emettono delle tessere personalizzate per quelli che non riescono a diventare soci per farli sentire comunque partecipi delle sorti del club e offrire loro condizioni speciali in caso di promozioni o eventi.

Lauro Zanol – Goal.com Brasile
In Brasile abbiamo avuto un tentativo di introduzione della tessera del tifoso da parte del Ministero dello Sport, ma l’idea e’ stata bocciata dal Congresso, che l’ha giudicata inutile, preferendo piuttosto concentrare le risorse su altre strade, come la messa in sicurezza degli impianti. Tuttavia, e’ stata di recente introdotta una nuova norma che obbliga tutti i club organizzati di tifosi a registrarsi e a fornire tutte le informazioni sui loro iscritti, pena la squalifica e l’interdizione dagli stadi.

Greg Lalas e Andrea Canales – Goal.com America
Da noi non c’e’ nessuna esigenza di questo tipo, perche’ non abbiamo problemi di hooliganismo, per fortuna. Probabilmente gli americani sono talmente poco interessati al calcio, da non credere che valga la pena prendersi a botte per una partita. A parte gli scherzi, i possessori degli abbonamenti stagionali – ad esempio quelli dei Chivas o dei Galaxy – siedono in settori particolari dello stadio e collaborano con le societa’ per evitare problemi all’interno degli impianti, oltre ovviamente ad avere diritto a vantaggi commerciali.

Tommy van Eldik – Goal.com Olanda
In Olanda abbiamo semplicemente gli abbonamenti stagionale, che garantiscono vantaggi commerciali ai possessori o la prelazione per i biglietti di coppa, ma non c’e’ nessuna registrazione presso la polizia. La sicurezza dentro e fuori gli impianti e’ garantita proprio dalle forze dell’ordine, che prevengono eventuali scontri filmando tutto cio’ che accade ed eventualmente segnalando all’autorita’ i facinorosi, che poi a sua volta impedisce loro l’accesso agli stadi.

Takashi Sugiyama – Goal.com Giappone
In Giappone alcuni club preparano una tessera stagionale con chip di riconoscimento integrato, ma viene utilizzata solo per favorire i possessori negli ingressi allo stadio e iniziative simili. Qui da noi non c'è violenza come in Europa.

Alexandre Walraevens – Goal.com Francia
In Francia abbiamo le classiche tessere stagionali, gli abbonamenti. Nessuna Tessera del Tifoso che regali agevolazioni ai suoi possessori. I club sono responsabili delle azioni dei propri tifosi e le forze dell'ordine controllano l'identità degli spettatori al fine da tenere lontani dagli stadi i violenti.

Servizio realizzato da Sergio Stanco

Fonte: http://www.goal.com
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




No alla tessera del tifoso Empty
MessaggioTitolo: Re: No alla tessera del tifoso   No alla tessera del tifoso Icon_minitime

Torna in alto Andare in basso
 
No alla tessera del tifoso
Torna in alto 
Pagina 1 di 7Vai alla pagina : 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
COMMANDO NEUROPATICO :: ULTRAS :: NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO-
Vai verso: